Diversi tipi di truffa, ormai sappiamo bene, vengono perpretate con diversi mezzi, online, con sms e anche con una telefonata

Chiamata spam (Fonte foto: web)

Come siamo ormai abituati a leggere, tanti i tipi di truffa che vengono purtroppo spesso, portati a termine dai malintenzionati. Basta poco, per truffare un malcapitato anche da remoto, tramite cioè e-mail, sms o anche telefonicamente.

In questo caso infatti, andremo a parlare proprio dell’ultima tipologia, un tipo di truffa telefonica che è stata più volte segnalata negli ultimi mesi. Cosa dovreste fare per difendervi? Non rispondere a questa chiamata. Andiamo nel dettaglio.

Leggi anche>>> Truffata via sms: la cifra che le rubano in pochi minuti è altissima

Leggi anche>>> Truffa via email: nel mirino ci sono i possessori di questa carta di credito

La telefonata per la truffa della bolletta: cos’è

La telefonata di cui parliamo, consiste in una truffa sulla bolletta dell’Enel. I truffatori infatti, si fingono operatori dell’azienda che ovviamente è ignara di tutto. La richiesta fatta al cliente, è quella di regolarizzare dei pagamenti. Poi, per rendersi credibili riescono a copiare gli estremi del conto corrente di chi stanno chiamando, e riescono spesso a convincere la vittima che sono realmente in lavorazione presso quei dati.

Spesso, durante la chiamata cercano di tenere viva la conversazione e di impedire al malcapitato di agganciare. Se dicessimo di voler interrompere la chiamata, loro sarebbero pronti a ricordarci che qualora interrompessimo, se non sanassimo immediatamente il debito con l’azienda, la corrente ci verrebbe staccata di lì a poco e quindi, sarebbe meglio fornire i nostri dati. Una volta comunicati, i malviventi faranno in fretta a svuotarci il conto.

Per evitare che ciò accada, bisogna ricordare sempre che compagnie come Enel o affini, non chiedono mai dati personali telefonicamente. Tra l’altro, se avessimo davvero delle bollette non pagate in sospeso, non ci chiamerebbero mai per telefono, ma ci invierebbero un sollecito via posta. Pertanto, se ricevessimo una chiamata del genere, potremmo anche riattaccare senza dire neanche una parola. Attenti, perché questo tipo di chiamate, come già specificato, si stanno verificando spesso e vengono segnalate da diversi mesi. Potrebbe capitare a chiunque quindi, di riceverne.