Una tendenza silenziosa ma crudele: bei ragazzi o belle ragazze che tentano un approccio sui social. Ma è solo una delle tante troppe truffe.

Facebook truffe

A chi non farebbe piacere ricevere un messaggio da una bella ragazza o da un bel ragazzo? In altri tempi, essere contattati su un social da qualche sconosciuto, ci avrebbe colti forse meno impreparati e, magari, con un po’ di attenzione ci saremmo accorti che qualcosa non andava. Ora però, in un tempo in cui la solitudine è entrata a far parte, anche inconsciamente, della vita di molte persone, è evidente che la nostra preparazione a un determinato tipo di truffa sia meno sviluppata.

Accade così che, soprattutto su Facebook ma anche su altri social network come Instagram, alcuni abbiano deciso di approfittare del senso di smarrimento generale per piazzare la più subdola delle trappole. E questo tramite l’arma potenzialmente più crudele: la richiesta di amicizia. Una parola che, in questo caso, viene letteralmente svuotata del suo significato.

L’ultima moda in fatto di truffe, infatti, riguarda proprio questo. Dal nulla, sbucano delle richieste di amicizia da parte di ragazzi o ragazze, spesso anche da Paesi molto lontani. In questi casi, è sempre bene andarci coi piedi di piombo e mettere da parte fuorvianti sentimenti di autostima. Infatti, dietro le apparenze graziose, si possono nascondere persone con intenti tutt’altro che nobili. Meglio non accettare. Né, in caso si venga contattati su Messenger, iniziare alcuna conversazione.

LEGGI ANCHE >>> Crisi di governo, è successo davvero: Bonus lavoratori bloccato

LEGGI ANCHE >>> Cassa integrazione, rush finale per gli arretrati: ecco quando arriveranno

Ragazze avvenenti che chiedono l’amicizia? Meglio stare attenti, sono (quasi sempre) truffe…