Non tutti sanno che il canone TV non è dovuto per le famiglie che la guardano sul computer anche con dichiarazione in ritardo. Vediamo nel dettaglio.

canone tv
Fonte foto web

Sempre più persone preferiscono guarda la TV on demand o in streaming, e per farlo molti utilizzano il computer. In questo caso il canone TV, o più conosciuto come canone Rai, non è dovuto. Infatti, entro il primo febbraio doveva essere presentata, all’Agenzia delle Entrate, la dichiarazione di non detenzione di apparecchio TV.

Il canone Tv, è un’ imposta molta antica la cui esistenza risale ad un Regio Decreto del 1938.

Sia la Corte Costituzionale che la Corte di Cassazione convengono nel ritenere detto canone un’imposta fondata sulla legge e non su un rapporto contrattuale con la TV pubblica.

Per cui si è in debito con lo Stato per il semplice motivo di detenere un apparecchio televisivo.

Ma cosa deve avere una TV per essere ritenuta tale? In una nota del MISE del 2016, l’apparecchio deve avere un sintonizzatore o un decoder capace di captare i segnali. A contrario del Computer che non detiene nessun decoder o tuner digitale.

Se non avete una TV, dovete chiedere l’esenzione dall’imposta. Ecco come.

LEGGI ANCHE >>> Con Draghi al Governo la patrimoniale è sempre più vicina

LEGGI ANCHE >>> Isole private: su Airbnb si possono prenotare soggiorni a prezzi accessibili

Esenzione canone TV: come richiederla

Per chiedere l’esenzione del canone Rai perchè non si dispone di un apparecchio televisivo occorre compilare ed inviare il modello di autocertificazione messo a disposizione dall’ADE.

La domanda dovrà essere presentata attraverso l’applicazione del sito web, oppure attraverso gli intermediari abilitati, o ancora attraverso la PEC o all’indirizzo cp22.canonetv@postacertificata.rai.it.

Potrà essere inviata anche con raccomandata, al seguente indirizzo: Ufficio Canone TV, c.p. 22 Torino, unitamente alla copia di un documento di riconoscimento in corso di validità.

Quest’anno, sebbene la scadenza per presentare la domanda fosse il 31 gennaio, questa potrà essere presentata in qualunque momento senza sanzioni.

Con l’unico problema è che l’effetto dell’esenzione del canone TV per le famiglie che la guardano sul computer, sarà per il secondo semestre luglio-dicembre.