Se hai queste 10 lire le trasformi magicamente in 6mila euro

Alcune vecchie lire superano di gran lunga il valore effettivo. Anche se, forse, non quello affettivo.

Care, vecchie lire. A chi non è mai capitato di dirlo almeno una volta? Più nostalgia della gioventù o rimpianto per un conio che rendeva tutto più semplice? Risposta non facile. Di sicuro con l’Euro è cambiato molto, soprattutto per la tendenza insita in coloro che hanno vissuto a lungo con la vecchia moneta a prodursi in qualche parallelismo. Un vizio attenuato con gli anni ma che ritorna di moda ogni qualvolta ci si trovi di fronte a un prodotto ben più costoso di quanto non fosse qualche tempo fa.

Ma al di là delle nostalgie e dei conteggi spiccioli, probabilmente ogni famiglia possiede in casa qualche lira. Per ricordo o anche perché regalata da qualche genitore. E proprio qui sta il punto: soprattutto se nelle nostre cassettiere ci sono monete (o banconote) particolarmente datate, è probabile che chiusi in qualche scatoletta polverosa ci siano altrettanti tesori.

Si diceva, qualche giorno fa, delle mille lire con Giuseppe Verdi. Decisamente più antiche rispetto alle ultime che raffiguravano Maria Montessori ed erano il taglio più comune. Ma ce ne sono tante altre che possono davvero valere una fortuna. E, in caso, consentirci di mettere da parte una buona somma, qualora naturalmente riuscissimo a essere abbastanza forti da vincere l’affezione. Per quanto riguarda il valore, vale una ricetta molto semplice: più antiche e rare sono le monete, più potenzialmente possono valere.

LEGGI ANCHE >>> Non sottovalutate le vecchie monete, valgono un sacco di soldi: le 5 Lire (FOTO)

LEGGI ANCHE >>> 1000 lire Giuseppe Verdi: oggi valgono un tesoro

Se hai queste 10 lire le trasformi magicamente in 6mila euro: e non solo…

Lire
Le 10 lire del 1946: in buone condizioni possono valere 6 mila euro

Va da sé che, nell’ambito di una valutazione, vadano considerati diversi fattori. La data, certo, ma anche la tiratura e nondimeno lo stato della moneta. Se è difficile trovare monete vecchie a fior di conio (ossia lubrificate e quasi perfette), più semplice è incontrare monete in buone condizioni. Ma con quali monete si può davvero incassare una somma consistente? Come detto, occhio alla data: le 10 lire del 1946, ad esempio, valgono molto già di per sé. Se in buono stato, il prezzo può lievitare fino a 6 mila euro.

Un po’ meno ma comunque un bel prezzo per le 5 lire, sempre del 1946, a patto che sia realizzata in Italma. Il valore si aggira attorno ai 1200 euro. E ancora, possedere una moneta da 10 lire del 1947, con raffigurazione di un cavallo alato da un lato e di un ramo d’ulivo dall’altro, potrebbe fruttare addirittura 4 mila euro. A meno che, naturalmente, non si decida di attribuirle un valore simbolico. In quel caso, nessuna moneta antica avrebbe prezzo.