Gli effetti della crisi dovuti dalla pandemia di covid-19 sono stati deleteri per Roma e all’orizzonte lo scenario sembra farsi ancora più inquietante 

Roma
Fonte Pixabay

Il protrarsi delle misure restrittive dovute al covid-19 stanno comportando una crisi economica senza precedenti. Da nord a sud dello stivale sono tantissime le attività che ormai fanno fatica ad andare avanti e i lavoratori che sono alle prese con tagli o cassa integrazione. 

Prendendo in considerazione la Capitale, il quadro è decisamente allarmante vista sia l’immensa estensione del territorio e la vocazione turistica che storicamente la contraddistingue.

Le vie del centro sono sempre più deserte e gli stranieri che giornalmente non vedevano l’ora di scoprire le bellezze storiche di Roma, sembrano essere un lontano e dolce ricordo.

LEGGI ANCHE >>> Antiche monete romane: il loro valore vi sorprenderà

LEGGI ANCHE >>> Roma in prima pagina sul Washington Post: “E’ povera e disperata”

Roma, gli effetti devastanti del covid: i numeri della crisi

A testimoniare il periodo buio per il capoluogo laziale sono le stime di Confcommercio Roma che prevedono per il primo trimestre del 2021 la chiusura di almeno 16mila imprese ed attività. Un’ipotesi che non contempla ciò che potrebbe scaturire con il protrarsi della zona arancione. Quindi, i numeri potrebbero essere di gran lunga peggiori.

Tra circa 3 mesi inoltre ci sarà lo sblocco dei licenziamenti e circa 44mila persone potrebbero rimanere senza un impiego. Sempre più numerosi i cartelli con su scritto affittasi e vendesi posti fuori i negozi delle strade dove il flusso turistico era maggiore. Non c’è differenza tra attività a conduzione familiare o grandi brand, sono tutti sulla stessa sciagurata barca dei mancati introiti.

La spesa media per famiglia si è ridotta considerevolmente e i commercianti lamentano perdite tra il 40 e il 50% dei ricavi. Ancor più alta la percentuale inerente i centri commerciali che arriva a toccare addirittura il 70%.

Il sole prima o poi tornerà. Di peripezie ne ha affrontante in quasi 2774 anni di storia. Supererà anche questa. Non è caso è conosciuta per essere la “Città Eterna”. Servono però aiuti concreti e commisurati alle perdite e soprattutto un ritorno reale alla normalità, che consenta al turismo di fiorire nuovamente.