Si trova nei pressi di Bologna la fabbrica di sapone più longeva del vecchio continente. Un’attività che va avanti da oltre 80 anni nonostante le difficoltà e i cambiamenti sociali 

Fabbrica bolle di sapone
Fonte Pixabay

In un panorama in cui la crisi ha spazzato via tante aziende ed attività che hanno fatto la storia nel passato, c’è ancora chi riesce a resistere grazie alla passione e alle idee.

È il caso della Dulcop Spa ditta specializzata nella produzione di bolle di sapone. Ha sede in provincia di Bologna ed è la più importante e rinomata di tutta Europa. Inoltre è presente in 50 paesi e dal 1957 è gestita dalla famiglia Melotti, che si è succeduta per ben tre generazioni. Basterebbe già questo per descrivere questa favola d’altri tempi, ma è giusto ripercorrere la storia e i passaggi più importanti fatti negli anni.

LEGGI ANCHE >>> Bologna lancia un nuovo bando per rivitalizzare i quartieri

LEGGI ANCHE >>> Positivo al Covid, va a rubare in un centro commerciale

La storia della fabbrica di sapone di San Lazzaro di Savena

Nata nel 1938 è riuscita a sopravvivere per oltre 80 anni con 35 dipendenti avvalendosi esclusivamente di acqua e sapone. Fino al 1957 però l’azienda era specializzata nella produzione di dolciumi. Solo con l’avvento dei Melotti è stata intrapresa una nuova direzione. Prima la produzione di giocattoli e soldatini in plastica, poi verso la fine degli anni ’60 il passaggio esclusivo alla produzione di bolle di sapone.

Un passatempo che ha accompagnato grandi e piccoli negli anni, che si sono dilettati inoltre nel giocare con il labirinto posto sul tappo del famoso tubetto “magico”. Un’opera voluta ed ideata da Athos Melotti che per vent’anni ha detenuto il brevetto di questa straordinaria creazione.

Poi sono entrati in società i figli Andrea ed Alessandro e successivamente i nipoti, che hanno manifestato tutta la loro gioia per quanto fatto negli anni. Ci hanno tenuto a precisare che tra le loro caratteristiche c’è anche un meticoloso controllo dei prodotti, che devono rispettare certificazioni e parametri di sicurezza. 

Un’attività vincente che non passa mai di moda, in grado di suscitare stupore sia nei grandi e soprattutto nei più piccini. I loro sorrisi impagabili dopo la materializzazione delle bolle di sapone, ci fa ritornare ad un mondo che nonostante il trascorrere inesorabile del tempo non passerà mai di moda. La creatività e la fantasia non conoscono ostacoli economici e crisi di governo. Nessuno può precluderle.