Imola, Bologna: un uomo di 31 anni, positivo al Covid è uscito di casa per andare a rubare in un centro commerciale; denunciato

Rapina supermercato con un coltello: i clienti ed il direttore lo fanno arrestare
Arrestato dai carabinieri (Fonte foto: web)

BOLOGNA, IMOLA – Si trovava in quarantena per la sua accertata positività al coronavirus, e invece di restare in casa, un trentunenne è uscito per andare a rubare in un negozio di abbigliamento nel centro commerciale “Leonardo”.

I carabinieri hanno denunciato un 31enne di cittadinanza marocchina. Il furto è stato interrotto dai vigilanti e la refurtiva, del valore di circa 400 euro, è stata recuperata.

L’uomo è stato riaccompagnato a casa per proseguire la quarantena.

LEGGI ANCHE >>> Ispettore di polizia penitenziaria morto per Covid, la protesta dei sindacati

LEGGI ANCHE >>> Patente scaduta? Ci sono nuove regole causa Covid per il rinnovo

Positivo al Covid, va a rubare in un centro commerciale di Imola

Pixabay

Sempre nel Bolognese, i carabinieri hanno fatto chiudere due bar per ben cinque giorni perché i titolari stavano somministrando alimenti e bevande a clienti all’interno del locale, invece che d’asporto.

Ma il caffè si è trasformato in veleno, perché ogni cliente è stato sanzionato con 400 euro a testa. 

L’Emilia-Romagna è in zona arancione ed è per questo che i ristoranti e le altre attività di ristorazione possono restare aperti solo per l’asporto e la consegna a domicilio.

Nelle aree o negli orari in cui è sospeso il consumo di cibi e bevande all’interno dei locali, l’ingresso dei clienti è consentito solo per acquistare i prodotti d’asporto.

Non sono comunque consentiti gli assembramenti né il sostare all’interno degli stessi.