In seguito alle polemiche sui nuovi termini sulla privacy Whatsapp ha deciso di correre ai ripari grazie all’introduzione di un’importante novità.

Whatsapp
adobe

In un’epoca come quella attuale, in cui siamo sempre tutti connessi, è facile poter comunicare con persone che si trovano in ogni angolo del mondo. A partire dai social, passando per le e-mail, fino ad arrivare ai blog, d’altronde, abbiamo davvero l’imbarazzo della scelta. Proprio in questo contesto, inoltre, si annoverano le applicazioni di messaggistica istantanea come Whatsapp, che ormai sono entrate a far parte della nostra vita quotidiana.

Proprio Whatsapp è finita ultimamente al centro dell’attenzione per via dell’aggiornamento dei termini di servizio, che hanno portato alcuni utenti ad abbandonare la piattaforma, preferendo optare per altre soluzioni, come ad esempio Telegram e Signal. Vista la situazione, quindi, il colosso della messaggistica istantanea sta cercando di correre ai ripari, rinviando la data di aggiornamento.

LEGGI ANCHE >>> Whatsapp, attenti alla truffa: in questo modo vi rubano i soldi

LEGGI ANCHE >>> Ricatto Whatsapp: se non accetti queste condizioni non potrai più utilizzarlo

Whatsapp, utenti in fuga: aggiornamento rinviato di 3 mesi

Fonte foto web

Come già detto Whatsapp è finita al centro delle polemiche per via di un messaggio inviato agli utenti, attraverso il quale ha reso noto un aggiornamento dei termini previsto per il prossimo 8 febbraio. In tal senso lo stesso colosso ha voluto sottolineare come “L’8 febbraio nessun account sarà sospeso o eliminato“.

Ma non solo, al fine di cercare di attenuare le polemiche, ha deciso di rinviare la modifica delle condizioni di utilizzo di tre mesi. In questo modo, infatti, spera di riuscire a limitare l’esodo degli utenti, offrendo la possibilità di comprendere appieno le novità in arrivo. “In modo graduale, e secondo le tempistiche di ciascuno, inviteremo i nostri utenti a rivedere l’informativa prima del 15 maggio, quando saranno disponibili le nuove opzioni business“. Secondo il colosso, infatti, vi è stata “molta disinformazione che ha destato preoccupazione” e per questo avrebbe deciso di prendersi un po’ di tempo in modo tale da riuscire a rassicurare i propri utenti sul fatto che le conversazioni personali continueranno ad essere tali.