Dopo le polemiche sui nuovi termini sulla privacy, Whatsapp ha deciso di correre ai ripari introducendo un’importante novità.

Whatsapp
adobe

Grazie all’utilizzo delle nuove tecnologie, siamo ormai tutti abituati ad essere sempre connessi. A partire dai social network, fino ad arrivare agli indirizzi e-mail, d’altronde, sono tanti gli strumenti a nostra disposizione, attraverso i quali poter comunicare con persone che si trovano in ogni angolo del pianeta. In questo contesto si annoverano anche le app di messaggistica istantanea come Whatsapp, che ormai sono entrate a far parte delle nostre vite.

Proprio Whatsapp è finita di recente al centro delle polemiche per via dell’aggiornamento dei termini di servizio, che hanno portato molti utenti ad abbandonare tale piattaforma, optando per altre soluzioni. Una situazione, molto probabilmente, inaspettata per Whatsapp che nel corso delle ultime ore ha deciso di correre ai ripari, introducendo un’importante novità. Ecco di cosa si tratta.

LEGGI ANCHE >>> Whatsapp, attenti alla truffa: in questo modo vi rubano i soldi

LEGGI ANCHE >>> Ricatto Whatsapp: se non accetti queste condizioni non potrai più utilizzarlo

Whatsapp corre ai ripari: rinvia l’aggiornamento al 15 maggio

WhatsApp
Fonte: Pixabay

Facebook ha acquistato Whatsapp nel 2014 e negli ultimi mesi le due piattaforma sono finite al centro dell’attenzione per via del possibile scambio di dati. Se tutto questo non bastasse, il recente aggiornamento della privacy di Whatsapp ha contribuito a destar ancor più polemiche. Proprio per questo motivo il colosso della messaggistica istantanea ha deciso di rinviare di tre mesi la data entro la quale accettare i nuovi termini. I motivi di questa decisione sono da rinvenire nella volontà di Whatsapp di evitare un ulteriore esodo di utenti. In questo modo, infatti, si cerca di prendere tempo, con la speranza di riuscire “ad aiutare tutti a comprendere i nostri principi e i fatti“,

A rendere nota la notizia del rinvio dell’aggiornamento la stessa Whatsapp che a tal proposito ha fatto sapere che “l’8 febbraio nessun account sarà sospeso o eliminato. In modo graduale, e secondo le tempistiche di ciascuno, inviteremo i nostri utenti a rivedere l’informativa prima del 15 maggio, quando saranno disponibili le nuove opzioni business“. In particolare il colosso ritiene che ci sia stata “molta disinformazione che ha destato preoccupazione” e per questo ha voluto rassicurare tutti sul fatto che le conversazioni personali continueranno ad essere protette.