Avete mai pensato a quanti infortuni possono andare incontro ogni giorno le casalinghe? Ecco per loro un indennizzo Inail

Casalinghe: fino a 1.292 euro dall'Inail per chi subisce questi infortuni
Una casalinga (Fonte foto: web)

“È più difficile incappare in incidenti, standosene in casa”. Nulla di più sbagliato. Infatti, è stata studiata una casistica di incidenti a cui vanno incontro ogni giorno le casalinghe, e i dati non sono bassi.

Ad ogni età, donne, ma anche uomini subiscono sgradevoli infortuni, proprio in casa. Per questo l’Inail, per alcuni di essi, riconosce ora un indennizzo che può arrivare persino a 1.292 euro al mese.

Leggi anche>>> Bonus bici: già in vigore la richiesta di rimborso, cosa aspetti?

Leggi anche>>> Bonus bebè 2021: a chi spetta e come richiederlo

Inail: la rendita per le casalinghe

Sono tantissimi i rischi che corriamo tra le mura domestiche, a dimostrazione che se il fato vuole, un incidente, anche doloroso, può accadere ovunque. L’Inail ha quindi pensato ad un’assicurazione annuale, per le persone che, prevalentemente si occupano di lavori domestici. La polizza Inail è una forma di tutela che ha visto la propria nascita con la Legge n. 493/1999, e vedrà un costo annuale, per la rata 2021, di 24 euro, da corrispondere all’Istituto Nazionale dell’Assicurazione per gli Infortuni sul Lavoro.

E così, l’assicurazione contro gli infortuni domestici, garantisce diversi diritti a chi lavora in casa. Diverse, le rendite a cui la casalinga può accedere, che varieranno a seconda dell’infortunio. Per intenderci, in caso di un infortunio che causi un’inabilità permanente tra il 6% e il 15%, l’assicurato ha diritto ad un assegno una tantum dal valore di 300 euro. Ma poniamo che l’infortunio causi delle gravi menomazioni, allora si riceve un assegno per l’assistenza continuativa personale di importo pari a 539,09 euro.

Per quanto riguarda lo sfortunato evento di un infortunio che risulti mortale, per l’Inail è giusto risarcire la famiglia, con un assegno una tantum da 10.000 euro. Inoltre, nei casi di morte dell’assicurato, i superstiti possono talvolta ricevere una rendita pari a 1.292,90 euro. Infine, c’è anche la possibilità di un infortunio con invalidità superiore al 16%. In questo caso, l’indennizzo andrà dai 106,02 euro ai 1.292,90 euro in caso di 100%.