Dopo le polemiche sui nuovi termini di utilizzo di Whatsapp si è registrato un vero e proprio esodo. Grazie ad alcuni accorgimenti, però, è possibile continuare ad utilizzare l’app con la massima sicurezza.

Whatsapp
adobe

In un’epoca come quella attuale in cui siamo sempre tutti connessi, risulta sempre più facile poter comunicare a distanza con persone collocate in ogni angolo del mondo. A partire dai social network, fino ad arrivare alle e-mail e blog, vi è davvero l’imbarazzo della scelta. Se tutto questo non bastasse, tra i servizi maggiormente utilizzati si annoverano le applicazioni di messaggistica istantanea, quali ad esempio Whatsapp.

Proprio questa app è finita di recente al centro dell’attenzione per via dell’aggiornamento dei termini di servizio, che hanno portato in molti a pensare di volersi cancellare da tale piattaforma e optare per altre soluzioni. A tal proposito potrà interessare sapere che in realtà sono sufficienti alcuni piccoli accorgimenti per poter utilizzare Whatsapp in modo sicuro, avendo la tranquillità che nessuno abbia accesso alle proprie chat. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo come fare.

LEGGI ANCHE >>> Whatsapp, attenti alla truffa: in questo modo vi rubano i soldi

LEGGI ANCHE >>> Ricatto Whatsapp: se non accetti queste condizioni non potrai più utilizzarlo

Whatsapp, attenti alla privacy: alcuni consigli utili per proteggere il proprio account

I casi in cui il licenziamento su WhatsApp vale: come funziona
WhatsApp (Fonte foto: web)

Nel corso delle ultime settimane Whatsapp è finito nell’occhio del ciclone per via del cambio dei termini di servizio. Molti utenti hanno quindi deciso di cancellarsi, per il timore di veder violata la propria privacy. A tal proposito è bene sapere che in realtà sono sufficienti alcuni piccoli trucchi per poter proteggere il proprio account.

Innanzitutto è importante che l’applicazione risulti sempre aggiornata, così come il sistema operativo del proprio smartphone. Allo stesso tempo è bene tenere sotto controllo qualsiasi tipo di accesso indesiderato e in tal senso si consiglia di eliminare dalla rubrica eventuali contatti indesiderati o che si ritengono poco affidabili. Ma non solo, si suggerisce anche di optare per l’autenticazione a due fattori. Quest’ultimo consiste in un codice Pin predefinito, che WhatsApp può richiedere nel caso in cui vengano rilevati azioni sospette. Continuare ad utilizzare Whatsapp con la massima sicurezza, quindi, è possibile. L’importante è prestare sempre la massima attenzione ad alcuni piccoli accorgimenti.