Proteste e conti che non tornano, l’App Io ha fatto confusione con i pagamenti del Cashback di Natale, ecco come risolvere la cosa

Cashback, operazioni non aggiunte: dove troviamo il modulo per il ricorso
Cashback (Fonte foto: web)

Ne abbiamo già parlato in precedenza, gli utenti non si sono visti assegnare tutti i rimborsi dall’App Io per il Cashback di Natale: un bel modo per iniziare l’esperimento. In pratica, non tutte le transazioni sono state registrate e molti italiani si sono visti apparire una cifra minore del previsto sullo schermo.

Da qui, la logica necessità di dare vita ad un modulo per fare ricorso. I soldi infatti dovrebbero arrivare a fine febbraio, ma se non avessero fatto in fretta, gli utenti non avrebbero avuto modo di comunicare i conti che non tornano. Ecco cosa fare.

Leggi anche>>> Cashback, qualcosa sta andando storto: chi deve spiegarcelo?

Leggi anche>>> Nuovo Dpcm 16 gennaio: le conseguenze per bar, ristoranti, scuole e palestre

Modulo per il ricorso transazioni mancanti Cashback

Per l’esattezza, sulla piattaforma, sono stati registrati due errori tecnici, che hanno perciò provocato disguidi. Molti utenti infatti, sono sicuri di non aver commesso errori, anche in quanto hanno usato la stessa carta per più transazioni, di cui alcune, erano andate regolarmente in porto. Ed allora ecco che gli usufruenti dopo aver fatto più controlli, si sono assicurati che l’errore non era loro. (Sapete per esempio che oltre agli acquisti online, sono esclusi anche i pagamenti contactless se il bancomat non era stato registrato due volte?). Non sono valide nemmeno le transazioni fatte con POS di SumUp, perché la stessa azienda ha confermato che ci sono stati alcuni malfunzionamenti che ostacolavano l’App Io.

Ecco cosa suggerisce Io per i rimborsi: “contattare l’Issuer Convenzionato e/o il circuito della carta e/o il titolare del servizio di pagamento che ti ha fornito lo Strumento di Pagamento elettronico utilizzato per quella transazione”.

Per quanto riguarda invece le operazioni registrate, ma dove troviamo una cifra di rimborso inferiore al previsto, ci si dovrà rivolgere alla Consap SPA. Questi invece, i consigli per il tipo di reclamo adatto:

“entro 120 giorni successivi all’ultimo giorno del mese nel quale è previsto il pagamento, mediante invio dell’apposito modulo debitamente compilato e sottoscritto, unitamente agli allegati richiesti, che sarà disponibile online sul sito www.consap.it. Consap S.p.A. ti fornirà un riscontro motivato entro 30 giorni dalla data di ricezione del reclamo, e in caso di accoglimento, disporrà il pagamento dovuto”.