L’ex premier ha accusato alcuni malesseri nei scorsi giorni. Zangrillo: “Ho imposto il ricovero”.

Sondaggi Berlusconi
Fonte: profilo ufficiale FB

E’ di nuovo ricoverato in ospedale il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi. L’ex premier si trova nel Principato di Monaco, dove è stato trasportato d’urgenza dopo aver accusato alcuni problemi a livello cardiaco. Berlusconi si trovava nella sua residenza di Valbonne, nei pressi di Nizza, dov’è stato raggiunto dal suo medico di fiducia, Alberto Zangrillo, e indirizzato verso il ricovero preventivo. Secondo l’Ansa si tratterebbe di esami di routine e l’ex presidente del Consiglio dovrebbe tornare a casa in pochi giorni.

Nella cittadina in Provenza, Berlusconi ha trascorso buona parte del lockdown e vi era tornato anche dopo il ricovero avvenuto a settembre, quando era risultato positivo al coronavirus.

LEGGI ANCHE >>> Bomba di Berlusconi sul Mes: “Farebbe cadere il Governo entro pochi giorni”

LEGGI ANCHE >>> Quanto guadagna Pier Silvio Berlusconi? La cifrà vi sorprenderà

Silvio Berlusconi ricoverato a Monaco, problemi cardiaci: rinviato anche il Ruby ter

Interpellato dall’Ansa, il professor Zangrillo ha fatto sapere che il leader forzista è stato ricoverato per “un problema cardiaco aritmologico“. Lo stesso medico ha spiegato di essere andato, lunedì scorso, “d’urgenza dove risiede temporaneamente il presidente, nel Sud della Francia, per un aggravamento” e “ho imposto il ricovero ospedaliero a Monaco perché non ho ritenuto prudente non affrontare il trasporto in Italia“. Nel 2016, Berlusconi aveva subito un intervento a cuore aperto.

Nelle stesse ore, il processo Ruby ter è stato rinviato all’8 aprile. Un rinvio disposto proprio a causa delle condizioni di salute dell’ex premier, che si sta in questi giorni sottoponendo a diversi accertamenti medici. La richiesta è stata presentata dagli avvocati Federico Cecconi ed Enrico Demartino, che difendono Berlusconi nel procedimento giudiziario. Il Tribunale ha accolto la richiesta e disposto il rinvio, nello stesso giorno in cui il leader di Forza Italia ha depositato una dichiarazione spontanea nella quale si è dichiarato innocente.