Pochi passi e diverse funzionalità. La firma digitale online è uno strumento importante offerto dalle Poste ma a che livello di costi siamo?

Poste Firma digitale

Una volta si diceva che “metterci la firma” equivaleva a prendersi piena responsabilità di qualcosa. Il concetto è sempre valido naturalmente, ma i progressi tecnologici, tutti con l’obiettivo di rendere più facili le cose alle persone, hanno costretto un po’ tutti ad abituarsi al concetto di firma elettronica. O digitale, che dir si voglia. E la questione ha toccato praticamente ogni ambito, bancario e postale. Lo Spid ha fornito uno strumento piuttosto sicuro e utile, portando numerose persone a familiarizzare di più con questo concetto.

Poste italiane, in questo senso, ha adottato la firma digitale remota, ovvero un equivalente della firma autografa. Questo offre la possibilità di firmare tutti i documenti digitali fornendo loro un pieno valore legale. Uno strumento importante, anche perché l’attivazione non richiede la presenza fisica.

LEGGI ANCHE >>> Tutto ha un prezzo ma quello dei prelievi bancomat sarà esagerato

LEGGI ANCHE >>> Spese ascensore: il metodo di divisione dei costi tra i condomini

Firma digitale remota, le Poste si attrezzano: poche istruzioni su costi e attivazione

Il quesito semmai è un altro. Posta la facilità della creazione della firma digitale remota (nonché la sua sicurezza), viene da interrogarsi sul suo costo. Ecco, la risposta è che l’attivazione deve tenere conto di alcuni fattori. Innanzitutto, qualora si desiderasse crearla solo per operazioni relative a servizi di Poste Italiane, l’attivazione sarà gratuita.

L’attivazione, come detto, può essere fatta online e sarà valida per tre anni. Inoltre, la firma digitale remota di Poste italiane è riconosciuta in tutta Europa grazie alla normativa eIdas, che ne consente l’utilizzo per i servizi online di Poste Italiane. Qualora si decida di attivarla in promozione per 6 mesi, il costo è di 39,04 euro Iva inclusa. Dopodiché, di 45,75 euro Iva inclusa. Per richiederla online sarà necessario lo Spid, ovvero l’identità digitale. Altrimenti, sarà sufficiente un account verificato sull’area riservata di Poste.

Al termine dell’acquisto, arriverà una mail di conferma contenente le istruzioni per l’attivazione. Ultimo step, la scelta del Pin per utilizzarla. Non difficile dopotutto.