Vivere con tutte queste restrizioni è difficile, specie per chi vorrebbe incontrare l’anima gemella. Ecco perché durante questo periodo le truffe sentimentali hanno preso sempre più spazio.

truffe sentimentali
Fonte pixabay

Le restrizioni dettate dalla pandemia hanno aumentato notevolmente il numero di persone che iniziano ad intraprendere degli incontri online. Spesso, però, queste situazioni si tramutano in vere e proprie truffe sentimentali.

I truffatori prendono di mira le vittime sui siti di incontri online, ma spesso utilizzano anche i social media o la mail per iniziare un primo contatto.

Non è tutto così semplice ed automatico, il truffatore, per ottenere la fiducia della vittima prescelta può impiegare, settimane o mesi.

Una volta stabilito un rapporto empatico, il ladro di sentimenti racconta una storia commuovente e comincia a chiedere regali o piccole somme di denaro per poi passare direttamente ai dettagli del conto bancario o della carta di credito.

Il truffatore non si fa mai vedere, evita i contatti visivi adducendo scuse, a lungo andare, improbabili come: il malfunzionamento della webcam o l’impossibilità di viaggiare imposta dalla situazione contingente.

LEGGI ANCHE >>> Cashback con app Postepay e BancoPosta: ecco cosa c’è da sapere

LEGGI ANCHE >>> Cashback di Natale, tanto rumore per nulla: i fondi non bastano

Truffe sentimentali: come tutelarsi

Per evitare di cadere in queste truffe, bisogna tenere a mente questi piccoli accorgimenti:

  1. evitare di condividere informazioni personali in particolare foto compromettenti;
  2. evitare il trasferimento di denaro, tenendo conto che si potrebbe addirittura incorrere nel reato di riciclaggio di denaro.
  3.  in caso di un incontro di persona, è fondamentale comunicare almeno ad un parente o ad un amico i dettagli dell’appuntamento;
  4. l’appuntamento deve avvenire in luoghi affollati o comunque in presenza di più persone.

Non fatevi intimorire se il truffatore utilizza l’arma del ricatto in caso di vostro rifiuto alle sue richieste.