L’allarme per Bitcoin ed altre criptovalute, attenti perché investendo ora potreste perdere tanto, anche tutto

Ecco cosa si rischia se si decide di investire in Bitcoin
Bitcoin (Fonte foto: Pixabay)

Avevate deciso di investire nella criptovaluta Bitcoin? Forse non è l’anno giusto. Anche per altre criptovalute meno conosciute, è stato lanciato infatti un allarme da parte della FCA.

La Financial Conduct Authority, autorità di vigilanza del Regno Unito, ha infatti sconsigliato gli investimenti in criptovalute, senza mezzi termini: “Se i consumatori investono in questi tipi di prodotti, dovrebbero essere pronti a perdere tutti i loro soldi“.

Leggi anche>>> Sarà possibile usufruire del reddito di emergenza nel 2021?

Leggi anche>>> Occhio agli investimenti truffa: tre consigli per riconoscerli ed evitarli

Criptovalute, un rischio troppo alto

L’allerta che arriva da oltremanica, continua nei confronti degli investitori, con una semplice spiegazione: “Investire in criptovalute, o investimenti e prestiti ad essi collegati, generalmente comporta l’assunzione di rischi molto elevati con i soldi degli investitori”, ma mai, nemmeno la FCA aveva mai parlato di totalità dei soldi dell’investimento, andati perduti. Per le loro previsioni, considerati anche volatilità dei prezzi, la complessità dei prodotti offerti uniti all’assenza di una protezione per gli investitori causata dalla scarsa regolamentazione intorno a quasi tutti i prodotti.

Proprio la più famosa criptovaluta, soltanto nella giornata di ieri ha avuto un ribasso del 21%, scendendo a a 32.400 $ di valore. Dallo scorso marzo non si era mai registrato un crollo verticale maggiore. E pensare che solo l’8 gennaio, il Bitcoin era arrivato ad un valore di 42.000 dollari. Anche Ethereum, la seconda criptovaluta al mondo, è scesa fino ad un -21% a 1.126,72 dollari.

Il famoso economista, Nouriel Roubini, ha parlato di un prezzo del Bitcoin “totalmente manipolato”. Così, Roubini sul valore intrinseco del Bitcoin: “Non serve. Non c’è utilità. L’unica cosa è un tipo di ascesa speculativa, che si autoavvera, e quell’ascesa è guidata totalmente dalla manipolazione. Il prezzo del Bitcoin è totalmente manipolato da un gruppo di persone, da un gruppo di balene. Non ha alcun valore fondamentale. Siamo vicini al punto in cui la bolla iperbolica scoppierà”. 

Proprio Roubini tra l’altro, è sicuro che il nuovo presidente degli Stati Uniti, sarà molto più severo nel controllo delle criptovalute. Stesso discorso per Michael Hartnett, chief investment strategist di Bank of America Securities, che ha definito gli aumenti altissimi di gennaio: “la madre di tutte le bolle”.