O siete esperti oppure meglio andarci cauti. Sbagliare gli investimenti potrebbe costare estremamente caro. Ma la soluzione per non cascarci c’è.

Investimenti
Foto di TheDigitalWay da Pixabay

A chi è capitato di leggere “The Wolf of Wall Street”, o magari di vedere l’omonimo film con Leonardo DiCaprio, saprà che in fatto di investimenti bisogna essere o molto competenti oppure appoggiati a persone di estrema fiducia. Le proposte finanziarie, infatti, non sempre corrispondono a investimenti realmente proficui e, il più delle volte, una semplice relazione di fiducia può non essere sufficiente a garantire il buon esito della transazione. In poche parole, è sempre bene guardarsi da determinate proposte. Senza contare che il modo per fiutare la truffa c’è.

Ed è bene farne tesoro, visto che cascarci corrisponde a una vera e propria odissea per venirne fuori. Che riguarda tutti, senza distinzioni. Con la differenza che un investimento fatto da qualcuno facoltoso, anche se sbagliato, potrebbe essere assorbito in modo più contenuto. Per chi ha un reddito normale, invece, sbagliare in questo senso potrebbe costare davvero molto caro.

LEGGI ANCHE >>> Investimenti 2021: il consiglio è comprare Anima

LEGGI ANCHE >>> Gli investimenti sicuri che non ci faranno mai perdere i nostri risparmi

Occhio agli investimenti truffa: il vademecum per evitarli

Allora, visto che è quasi impossibile considerarsi immuni da tali raggiri, va detto subito che la fiducia non basta. Capire chi si ha di fronte è necessario, sia per assicurarci di non sbagliare investimento che di avere garanzie sull’onestà dell’intermediario. Certo, questo non significa che debba venire meno il rapporto fiduciario ma optare per delle consulenze non toglierebbe nulla a questa relazione. Meglio ancora se istituzioni specifiche del settore.

Altro “trucco”, effettuare vere e proprio analisi di mercato, economiche e anche patrimoniali. Ed ecco che torna la necessità di qualcuno che ne capisca. Qualora non fosse possibile, tuttavia, anche controllare i dati dell’azienda (come la sede sociale) può essere un primo passo.

Infine, come suggerisce Proiezionidiborsa.it, perché non procedere a un’analisi del capitale sociale dell’azienda proponente? Questo permetterà di capire se quanto stanziato sia coerente rispetto alle attività e ai progetti. E anche per capire se, in caso di flop, sarebbe in grado di tenere botta. In parole povere, occhio non solo a quanto si investe ma anche dove si investe. E sì, anche con chi.