Per chi era rimasto escluso dai primi rimborsi del bonus mobilità dello scorso novembre, ecco la seconda possibilità 

Bonus Mobilità, volgarmente chiamato bonus monopattini, anche se in realtà è valido per bici, eBike e mezzi di trasporto pubblico.

Lo scorso 3 novembre, come molti ricorderanno, con il click day, molti cittadini, anche se provvisti da mesi di fattura o scontrino d’acquisto, non erano riusciti ad ottenere il rimborso.

Il Ministro Sergio Costa ha mantenuto la promessa, ed effettivamente è prevista una seconda possibilità per chi era stato escluso, dal 14 gennaio al 15 febbraio, ma solo per chi si era pre-registrato dal 9 novembre 2020 al 9 dicembre 2020.

LEGGI ANCHE >>> Bonus mobilità: ecco il click day. Ma sito in tilt. Ira di Costa

LEGGI ANCHE >>> Rc Auto: in arrivo una stangata per 700 mila automobilisti

Bonus mobilità: nuove tranche di rimborsi in arrivo per chi era rimasto escluso a novembre

I rimborsi riguardano i prodotti acquistati dal 4 maggio 2020 al 2 novembre 2020 e cioè prima che vi fosse la prima tranche di rimborsi. Coloro che aspirano al rimborso dovranno inserire i documenti richiesti sul portale dedicato e attendere il successivo rimborso, che sarà calcolato nella misura del 60% di quanto speso, nel massimo di 500 euro.

Appena la finestra temporale sarà chiusa, cioè dal 15 febbraio, partiranno i rimborsi. I tempi non sono stati comunicati e perciò non sono certi, possono passare alcuni giorni, ma anche settimane.

Nel frattempo si attendono nuove info in merito al nuovo Bonus Bici e Monopattino 2021, questa volta sì aperto a nuovi acquisti.