La pandemia spinge gli italiani a tentare di più la fortuna. E per i giocatori più esperti, la caccia al Gratta e vinci giusto è questione di acume.

 

Meno Lotteria forse, ma di certo non meno giochi a premi. Una vera e propria febbre. Niente di nuovo, per carità, ma l’influsso della pandemia potrebbe avere in qualche modo stuzzicato gli italiani a tentare la fortuna più del solito. Soprattutto a Capodanno, durante il quale anche la Lotteria torna a lievitare (nonostante il picco in giù delle vendite registrato qualche giorno fa), magari con un biglietto regalato. Di solito è la fortuna a fare la parte del leone, ma i giocatori più esperti ci mettono anche del loro. Ed è forse qui che il termine “febbre” si infila di diritto.

Soprattutto sui Gratta e vinci, esiste una vera e propria scuola di pensiero. Una teoria in un certo senso, che porta i giocatori a selezionare e scegliere accuratamente le proprie cartelle. Magari non per i premi grossi ma anche per quelli di minor importo.

LEGGI ANCHE >>> Care vecchie diecimila lire di Michelangelo: oggi valgono un tesoro

LEGGI ANCHE >>> Come scoprire il valore di una moneta: tutto quello che devi sapere

Gratta e vinci, il trucco semplice e geniale per aumentare le possibilità di vittoria

Ma qual è il trucco? Niente di eccezionale, ma ciò che serve è la pazienza più che l’abilità. Quella di riconoscere una serie di numeri particolare, dei numeri in serie simili o tre lettere poco comuni. Tutto bello ma più adatto a tempi di quiete. Ora nel tabaccaio ci si può trattenere solo il tempo necessario per acquistare e anche l’operazione classica del grattare deve avvenire al di fuori dei luoghi di vendita. Anche toccare le cartelle è vietato se non con l’intenzione di acquistarle.

Ma anche in questo caso, il trucco c’è. Piuttosto usato a quanto pare, soprattutto quest’anno in virtù delle suddette ragioni. Risparmiare quel tanto che basta durante l’anno così da avere un tesoretto sufficiente per portarsi a casa tutto il mazzetto di Gratta e vinci. E poi, con tutta calma, studiarsi a casa la strategia vincente. Certo, il fondo disponibile dovrà essere non meno di 200 euro.

Ma forse ne vale la pena poiché, secondo gli esperti, in ogni serie di Gratta e vinci ci sarebbero schede vincenti in grado di coprire ognuna la metà del capitale investito. In bocca al lupo.