I vicini di casa di un contadino deceduto non trovando i soldi per pagare il funerale al defunto hanno deciso di portare la salma di banca.

funerale
funerale

La vicenda ha qualcosa di incredibile: i protagonisti sono i vicini di casa di un contadino 55enne da poco deceduto, di nome Mahesh Yadav.

L’ uomo appartenente ad una comunità rurale dello Stato di Bihar, nel nord-est del subcontinente, ormai malato da tempo, è morto martedì mattina.

Yadav, essendo scapolo e privo di ogni sussidio governativo, era assistito dai vicini di casa e, proprio questi, trovarono il corpo senza vita dell’uomo.

I vicini, al fine di dare degna sepoltura, iniziavano a rovistare nell’abitazione del defunto in cerca di denaro o di oggetti di valore per pagargli il funerale.

Ma ad un tratto la svolta: uno dei vicini trovò un libretto di risparmio intestato al defunto, da cui risultava che teneva ancora depositata sul proprio conto corrente una cifra pari a 1600.

Ma non finisce qui.

LEGGI ANCHE >>> Chiara Facchetti: sapete quanto guadagna da Youtube? Le cifre da capogiro

LEGGI ANCHE >>> Nessun pagamento online senza la Strong Customer Authentication: cos’è

Organizzano il funerale portando la salma in banca

I vicini, intenzionati ormai a farsi concedere la cifra contenuta nel libretto di risparmio, decidevano di recarsi presso banca di riferimento portandosi dietro il cadavere di Yadav.

Una volta arrivati alla banca, al fine di organizzare il funerale di Yadav, minacciavano il direttore promettendo che non se ne sarebbero andati via se non avessero ricevuto i 1600 dollari.

Dopo oltre un’ora di ricatti e di occupazione degli uffici locali della banca da parte del manipolo di vicini accompagnati dal cadavere, il direttore della filiale, Sanjeev Kumar, decideva alla fine di accontentare i vicini del defunto, rilasciando loro una somma pari a 135 dollari, sebbene inferiore a quella che sarebbe spettata.