Nessun pagamento online senza la Strong Customer Authentication: cos’è

Con il 2021 è stata introdotta un’importante novità in tema di pagamenti online: strong customer authentication. Cos’è.

Strong customer authentication cos'è

La Direttiva dei Sistemi di Pagamento, chiamata anche PSD2, Direttiva EU 2015/2366, è una direttiva europea che regolamenta i servizi di pagamento e i gestori dei servizi di pagamento all’interno dell’Unione europea.

Questa direttiva ha introdotto un’importante novità, in particolare, dal primo gennaio le banche dovranno comunicare un codice numerico alla clientela in occasione di ogni transazione telematica.

In poche parole: senza questo codice, che prende il nome di Strong Customer Authentication, non potranno essere più effettuati acquisti on line.

Strong customer authentication: cos’è

La Strong Customer Authentication, chiamata anche SCA, è il duplice sistema di certificazione, voluto, creato ed introdotto dalla Autorità Bancaria Europea (Abe).

Detto sistema prevede la richiesta di informazioni aggiuntive al consumatore, con lo scopo di autenticare la sua identità e la validità dello strumento di pagamento da lui utilizzato.

La SCA è stata introdotta per rendere più sicuro il mondo dell’eCommerce ma non si sa ancora come potrebbe venirsi a configurare se sotto forma di un’impronta digitale o di una password numerica valida per un’unica operazione.

I correntisti dovranno, quindi, rivolgersi al proprio Istituto e chiedere l’attivazione della SCA.

A questo punto, le banche invieranno un codice tramite SMS o notifica sulla propria App. Detto codice sarà richiesto, obbligatoriamente, dall’esercente

Senza l’inserimento della password e senza questo codice non si potranno più fare acquisti on line.

Qualche problema potrebbe insorgere per quanto riguarda le operazioni di pagamento e checkout, specie nelle fasi iniziali del cambiamento e ciò crea il timore che tutto questo possa scoraggiare i consumatori e far diminuire il volume degli affari delle aziende.

L’inserimento della SCA, al fine di consentire a tutti gli operatori di aggiornarsi al megio, sarà graduale: non oltre i 3 mesi dal 1 gennaio 2021.

Durante questa fase non saranno concesse transazioni prive di Sca quando si andrà oltre i 1.000 euro nel corso del primo mese successivo al 31 dicembre 2020, i 500 euro nel corso del secondo mese ed i 100 euro nel corso del terzo mese.