La decisione è presa da molto e la data definitiva si avvicina. Presto il mercato tutelato non esisterà più e ogni utente dovrà abituarsi al mercato libero.

bollette gas e luce Natale
Fonte: Pixabay

Il 2021 è arrivato ed in molti si stanno chiedendo cos’è il mercato libero di luce e gas che diventerà obbligatorio il prossimo anno.

Ebbene con questo termine di intende una forma di mercato in cui il cliente può scegliere liberamente quale fornitore scegliere per attivare l’utenza della luce/del gas o di entrambe. Le condizioni contrattuali ed economiche, poi, a differenza del mercato tutelato, non sono fissate dall’Autorità bensì tra le parti.

La data in cui avvererà il passaggio definitivo al mercato libero di luce e gas sarà il 1° gennaio 2022. L’utente, quindi, dovrà valutare in prima persona le diverse offerte dei vari operatori e scegliere quella più consona alle sue esigenze.

Ricordiamo che le tariffe del mercato tutelato sono aggiornate ogni tre mesi sulla base del mercato all’ingrosso mentre con il mercato libero sarà possibile anche scegliere tra offerte a prezzo bloccato (anche per 1 anno o 2).

Anche se il mercato libero non è ancora obbligatorio, il suggerimento sarà quello di valutare con un certo margine di anticipo la migliore offerta tra quelle proposte per le proprie esigenze.

LEGGI ANCHE >>> Problemi con il fisco? Arriva una buona notizia per alcuni contribuenti

LEGGI ANCHE >>> Bonus mobili: la lista degli elettrodomestici che vi possono rientrare

Mercato libero di luce e gas: meglio scegliere con anticipo la propria offerta

Tale passaggio, comunque, dovrebbe assicurare una maggiore concorrenza (un po’ come avviene nel mercato della telefonia) per cui ci potrebbe esserci la diminuzione dei prezzi rispetto a quelli attuali del Servizio di Maggior Tutela.

In ogni caso l’utente potrà stare tranquillo in quanto anche il mercato Libero è supervisionato dall’Antitrust e dall’Autorità che garantiscono gli aspetti fondamentali ovvero quello di trasparenza delle imprese di vendita, di correttezza e della privacy.

Una volta effettuata la scelta dell’offerta più adatta alle proprie esigenze, si dovrà solo contattare il fornitore individuato e stipulare un nuovo contratto di fornitura. Sarà poi il fornitore a occuparsi di tutto e non vi sarà alcuna interruzione del servizio. Non ci saranno nemmeno cambiamenti nella struttura della bolletta e nelle voci riportare su di essa. Inoltre non sarà necessario l’intervento del tecnico sul contatore.

In ogni caso l’Arera ha messo a disposizione degli utenti, per accompagnarli in tale passaggio, le offerte Placet le cui condizioni sono definite dall’Autorità e sono inderogabili a differenza di quelle del mercato libero che sono proposte invece dal venditore e si possono modificare in parte.