E’ in arrivo una sorta di pace fiscale per i contribuenti, una rottamazione quater promessa dal Viceministro Castelli

C’è una brutta notizia che riguarda gli italiani, cioè i 50 milioni di atti in arrivo da parte del Fisco. Ma ce n’è anche una buona:  il viceministro all’Economia, Laura Castelli, annuncia “saldi e rinvii per le posizioni maturate nel 2020”.

Il Governo sta pensando dunque a una sorta di pace fiscale che potrebbe arrivare con una rottamazione quater. E’ al vaglio anche un mini condono per i debiti con il Fisco inferiori a mille euro.

La rottamazione quater delle cartelle esattoriali dal 2016 al 2019 si concluderebbe con un saldo e stralcio e infine un rinvio dell’invio di nuovi avvisi di pagamento da parte dell’Agenzia delle Entrate per i debiti contratti nel 2020.

LEGGI ANCHE >>> Il condono varrà anche per i bolli auto non pagati?

LEGGI ANCHE >>> Novità bollo auto 2021: aumenti, esenzioni e condoni

Una buona notizia per i contribuenti in difficoltà con il Fisco: pace fiscale e rottamazione quater

La rottamazione sarebbe una “gestione straordinaria” per “trattare milioni di cartelle che si genereranno nel 2021, per posizioni maturate nel 2020”, afferma il viceministro Castelli precisando che “una parte per i più fragili andrà rimandata e una parte, per chi è nelle condizioni di poterlo fare, andrà trattata in bonis, facendo pagare uno sconto su sanzioni e interessi”.

Inoltre potrebbe anche essere varato un mini condono che riguarderebbe le cartelle inferiori ai mille euro, fino al 2015.

Verrebbero così cancellati 55 miliardi di euro, per un totale di 171 milioni di cartelle esattoriali. A chiedere un condono fiscale sono anche i lavoratori autonomi e liberi professionisti, in fortissima difficoltà a causa della pandemia.