Una vera e propria pioggia di bonus in arrivo con il 2021, in seguito all’entrata in vigore della Legge di Bilancio. Ecco quando arrivano e come chiederli.

Bonus terzo figlio 2021: requisiti e date di scadenza
Fonte foto: web

A partire dal giorno 1 gennaio 2021 è entrata in vigore la Legge di Bilancio che prevede per il nuovo arrivo l’arrivo di tanti nuovi bonus. Al fine di riuscire ad ottenere alcuni aiuti, però, bisognerà attendere il decreto attuativo o apposite circolari.

Oltre alle voci più consistenti, come ad esempio la proroga del superbonus e i fondi per le assunzioni di medici e infermieri, grazie alla Manovra 2021 sono stati introdotti nuovi bonus, quali ad esempio il bonus idrico e il bonus auto elettrica. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo alcune delle novità introdotte, quando arrivano i bonus e come chiederli.

LEGGI ANCHE >>> Manovra 2021, in arrivo 1000 euro a famiglia: cosa c’è da sapere

LEGGI ANCHE >>> A chi spetta il Bonus Covid 1000 euro? Le categorie interessate e come richiederlo

Manovra 2021, pioggia di bonus: quando arrivano e come chiederli

Bonus 1000 euro
Fonte: Pixabay

Previsti nuovi bonus con l’arrivo del 2021. A partire dal primo gennaio, infatti, è entrata in vigore la Legge di Bilancio che porta con sé vari bonus. A partire dal bonus auto elettrica, passando per il bonus rubinetti, fino ad arrivare al bonus occhiali, vi è davvero l’imbarazzo della scelta. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo quali e quanti bonus è possibile richiedere nel corso dell’anno.

  • Bonus auto elettrica: provvedimento valido solo per il 2021, permette a chi ha un Isee che non supera i 30mila euro, di ottenere un contributo pari al 40% della spesa per un veicolo elettrico di potenza fino a 150 kw, dal prezzo inferiore ai 30 mila euro;
  • Bonus cargo bike: destinato alle micro imprese che si occupano di trasporto merci a livello urbano. Dal valore massimo pari a 2 mila euro come credito di imposta del 30% delle spese sostenute per l’acquisto di cargo bike anche a pedalata assistita. La fruizione sarà stabilita entro i primi di marzo con decreto del ministro dell’Ambiente, di concerto con il ministro delle Infrastrutture e Trasporti e del ministro dell’Economia;
  • Bonus mobili: prevede un innalzamento del tetto da per la detrazione al 50%, da 10 mila a 16 mila euro;
  • Superbonus 110%: destinato alle ristrutturazioni di condomini ed edifici, è valido fino al 30 giugno del 2022;
  • Bonus idrico: prevede un finanziamento di mille euro ai primi 20 mila che lo richiederanno. Si tratta di un’agevolazione per la sostituzione di vasi sanitari in ceramica con nuovi a scarico ridotto, ma anche rubinetteria sanitaria, soffioni doccia e colonne doccia. Le modalità e termini dell’erogazione sono stati definiti con decreto del ministero dell’Ambiente entro 60 giorni dall’entrata in vigore della legge, quindi entro febbraio o al massimo ai primi di marzo;
  • Bonus chef: ovvero un credito di imposta al 40% per le spese effettuate da parte di cuochi professionisti che lavorano in alberghi o ristoranti, sia come dipendenti che come partite Iva, nell’acquisto di beni funzionali durevoli o per la partecipazione a corsi di aggiornamento professionale fino a un massimo di 6 mila euro;
  • Bonus occhiali: consiste in un voucher da 50 euro una tantum utilizzabile per l’acquisto di occhiali da vista o lenti a contatto correttive.