Tra Natale e Capodanno 4 milioni di italiani hanno chiesto aiuto alle mense per i poveri e ai pacchi alimentari, perché in difficoltà economica.

Fonte foto web

Se negli ultimi mesi a causa della crisi economica dovuta alla pandemia si parla di un aumento dei poveri in Italia, sono state le feste natalizie a registrare ben 4 milioni di italiani che in condizione di povertà hanno dovuto chiedere da mangiare.

Il quadro che emerge dal rapporto del Fead (Fondo di aiuti agli indigenti) per il periodo 2014-2020 preoccupa molto. La Coldiretti ha pubblicato i dati relativi alla crisi pandemica e all’impatto che questa ha avuto sulle fasce più deboli della società italiana. Moltissimi italiani che prima occupavano fasce medie della società si sono dovuti rivolgere alle mense per i poveri o ai pacchetti alimentari per poter mettere un piatto caldo in tavola.

Il report della Coldiretti ha evidenziato come per fortuna la rete di organizzazioni ha permesso di soddisfare la richiesta alimentare in aumento durante le feste di Natale. Parliamo di associazioni come la Caritas, il Banco Alimentare, la Croce Rossa, la Comunità di Sant’Egidio e molte altre a livello locale.

Il quadro dipinto dalla Coldiretti riporta che il le persone che si sono rivolte a queste organizzazioni sono non solo numerose, ma anche eterogenee. Tra queste infatti c’erano sia anziani (il 9% over 65), sia senza fissa dimora, ma anche famiglie e bambini. Il 9% erano minori sotto i 15 anni.

LEGGI ANCHE >>> Mercato dell’auto: il disastro del 2020 a causa del Coronavirus

LEGGI ANCHE >>> Economia: le previsioni per il prossimo futuro, cosa aspettarsi dal 2021

L’allarme della Coldiretti: visi mai visti prima del Covid, in fila alle mense dei poveri

Ma l’aumento di questo Natale dipende dall’aggiunta delle fasce martoriate dalla crisi economica dovuta alla pandemia da Covid. Coloro che hanno perso il posto di lavoro, artigiani e piccoli commercianti che sono stati costretti alla chiusura delle proprie attività e lavoratori in nero.

Le richieste sono praticamente raddoppiate durante le feste natalizie del 2020 rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Ma in aumento non ci sono solo i nuovi poveri che richiedono aiuto. Il 39% degli italiani ha dichiarato di essersi personalmente impegnato da volontario in attività di solidarietà durante gli ultimi mesi.

Anche Coldiretti ha contribuito con i suoi agricoltori che nelle ultime festività hanno distribuito 5 milioni di kg di prodotti Made in Italy, contribuendo a offrire un pasto ai più bisognosi.