Atti vandalici, scritte sulle porte, sangue finto e persino una testa di maiale. Le proteste contro Pelosi e McConnell a causa degli aiuti economici per il Covid.

Fonte foto web

Negli Stati Uniti d’America, atti vandalici sono stati commessi contro la speaker della Camera Nancy Pelosi e contro il leader della maggioranza repubblicana in Senato Mitch McConnell.

Entrambi gli episodi sono avvenuti per protesta contro la decisione di bloccare l’aumento dell’assegno per i cittadini colpiti economicamente dalla pandemia da 600 a 2000 dollari al mese.

I vandali hanno preso di mira le abitazioni dei due leader con scritte. Sulla porta di casa di McConnell in Kentucky è stato scritto con una bomboletta spray “Dove sono i miei soldi”, e ancora “Mitch uccide i poveri”.

“Il vandalismo e la politica della paura non hanno posto nella nostra società”, ha dichiarato McConnell affermando di aver passato la sua intera carriera politica a difendere le proteste pacifiche e che queste non sono affatto tali. “Apprezzo ogni abitante del Kentucky che si è impegnato nel processo democratico, sia che sia d’accordo con me o meno”, ha aggiunto.

LEGGI ANCHE >>> Bollette da pagare? Attenzione all’addebito su carta di credito

LEGGI ANCHE >>> Scuole chiuse? “Vaccinate prima i giovani!”

“Dove sono i miei soldi”, vandalismo e proteste a causa degli aiuti economici per il Covid

Per quanto riguarda la speaker Nancy Pelosi, invece, sulla porta del garage della sua casa di San Francisco sono state impresse le scritte: “2000 dollari” e “cancellare gli affitti”. Anche in questo caso, quindi, un chiaro riferimento agli aiuti economici per il Covid che non sono stati aumentati a 2000 euro al mese per gli americani. Inoltre alla Pelosi sono toccati anche sangue finto versato davanti casa sua e una testa di maiale.

La speaker della Camera, che intanto si trovava a Washington, non ha commentato gli episodi di vandalismo dei quali è stata oggetto.

L’aumento dell’aiuto economico anti-Covid a 2000 dollari era stato sostenuto anche dal presidente Donald Trump, ma è stato bloccato il giorno di Capodanno dai repubblicani. Alla fine l’aiuto mensile in USA è pari a 600 dollari e il governo ha già iniziato a inviare i pagamenti a milioni di cittadini americani.

A ricevere i 600 euro saranno i cittadini con reddito che non superi i 75mila dollari all’anno. Quindi le fasce medio-basse della popolazione degli Stati Uniti.