Per Agipronews, la pandemia ha influito sull’acquisto dei biglietti della Lotteria. Un calo simile non si registrava da 40 anni.

Lotteria

Più crisi, più lotteria? A quanto pare non è così. Secondo un’indagine dell’agenzia specializzata Agipronews, anche i giochi a premi risentirebbero degli effetti della crisi legata al Covid-19. In particolare la Lotteria Italia, solitamente gettonatissima anche se il novero dei vincitori è per forza di cose ristretto. Un numero su tutti: 4,7 milioni di biglietti venduti, ovvero il 30% in meno rispetto allo scorso anno. E non è (più) un dettaglio, visto che all’estrazione dell’Epifania mancano ormai pochissimi giorni.

Vuoi il clima di sfiducia, vuoi l’incertezza legata all’economia in crisi e alla quotidianità rovinata dalla pandemia, ma gli italiani sembrano meno decisi a tentare la fortuna. E ancora più significativo il fatto che un calo così significativo non si registrava addirittura da 40 anni.

LEGGI ANCHE >>> Lotteria degli scontrini, nuove app dedicate: a che servono e come funzionano

LEGGI ANCHE >>> Lotteria scontrini: gli acquisti verranno tracciati? Risponde il Fisco

Lotteria Italia, sferzata Covid: la vendita dei biglietti cola a picco, il crollo è storico

Per fare un raffronto con lo scorso anno, specifica Agipronews, i biglietti venduti a questo punto erano stati 6,7 milioni, per un incasso complessivo di 34 milioni di euro. Una cifra che, quest’anno, con appena 23,5 milioni di euro resta a distanza siderale. A ogni modo, secondo il sito, più che la sfiducia pesa la difficoltà tecnica del periodo di pandemia: limitazioni agli spostamenti, restrizioni e chiusure. Per questo gli italiani avrebbero optato meno per l’acquisto di un biglietto della Lotteria.

A pesare, secondo gli esperti, anche la chiusura o l’impossibilità di raggiungimento di autogrill, tabacchi in stazioni o aeroporti e altri luoghi simili, solitamente quelli dove le persone più acquistano i biglietti. Va meglio per quanto riguarda l’online ma i numeri non riescono a pareggiare gli standard degli scorsi anni. A ogni modo, per chi è riuscito ad acquistare uno o più biglietti, l’estrazione resta il 6 gennaio. L’annuncio verrà dato durante la trasmissione “I Soliti Ignoti” e il primo premio ammonta a 5 milioni di euro.

La pandemia sembra aver fatto sentire i propri effetti anche nell’ambito dei giochi a premi. Il gioco pubblico, secondo Agimeg, avrebbe frenato sensibilmente, con una perdita di incassi pari al 25%, ovvero quasi 5 miliardi in meno rispetto all’anno scorso. Per il 2020, secondo gli esperti, la cifra si attesterà sugli 80-82 miliardi. Nel 2019, per fare un esempio, era stata di oltre 110 miliardi.