Ron Burkle si è aggiudicato la tenuta della Popstar per una cifra non astronomica. In qualche modo, Neverland torna sotto l’ombra di Jackson.

Neverland Michael Jackson
Foto © Pixabay

Ventidue milioni di dollari e Neverland diventa realtà. A risalire al 2004, “un sogno per la vita”, adattamento del titolo Finding Neverland di Marc Foster, con protagonista Johnny Depp. Quella di Michael Jackson, a dirla tutta, era una sorta di Isola che non c’è. Una magione da 1.100 ettari a Santa Barbara, in California. Un sogno per tanti, da oggi non più per Ron Burkle, magnate statunitense, che si è portato a casa il ranche del mitico cantante per una cifra da urlo. Ma nemmeno così impossibile per un esponente del Sogno americano.

Jackson lo edificò negli anni Ottanta per 19,5 milioni. Inevitabile che acquistasse valore, specie dopo l’improvvisa scomparsa del Re del Pop. Ma tutto sommato Burkle se l’è cavata abbastanza bene. Anche perché Jackson lo conosceva bene e, sicuramente, per aggiudicarsi la sua casa non avrebbe risparmiato.

LEGGI ANCHE >>> L’ex moglie di Bezos regina della beneficenza: la donazione è record

LEGGI ANCHE >>> 114 famiglie in crisi nera, il gesto dell’imprenditore commuove tutti

Fu consulente di Michael Jackson: ora con 22 milioni si compra Neverland, il ranch del Re del Pop

Burkle fu consulente in affari di Michael Jackson e lo aiutò a saldare i sui debiti, nel periodo più oscuro della sua vita. E anche il Wall Street Journal spiega che la somma sborsata per acquistare il ranch non è né troppo elevato né basso. Un conto giusto per Neverland, che nel 2015 sarebbe costato almeno 100 milioni di dollari. Il non trovare un acquirente, ha portato alla progressiva perdita di valore della tenuta, fino al costo con cui Burkle l’ha comprato.

Un colpaccio quello del miliardario americano, che ha in qualche modo riportato Neverland sotto l’ombra di Michael Jackson. In effetti, nel 2009, il cantante si era visto costretto a vendere la sua casa per far fronte ai propri debiti. E, anche allora, la cifra si aggirava sui 22 milioni, o poco più. Dopo la morte di Jackson, si vociferava anche di una possibile sepoltura nella sua proprietà, ipotesi poi scartata. Il ranch era finito nelle mani della Colony Capital di Thomas Barrack Jr. Nel 2015 la messa in vendita a 100 milioni di dollari. Una cifra inavvicinabile ma durata poco.