Ikea dice addio ad un’icona che è praticamente cresciuta con noi. Dopo 70 anni, il primo gennaio 2021 il clamoroso cambiamento.

Ci sono icone anche nel mondo del commercio che sono un pò cresciute con noi e nella maggior parte dei casi, sono nate ancora prima di noi. A pensarci viene subito in mente il famoso Postal Market, compagno di mille sogni e avventure con uno dei primi cataloghi esistenti in Italia. Ikea cambia dal gennaio 2021 e lo fa con una decisione clamorosa che sicuramente lascer delusi migliaia di affezionati che erano ormai abituati al regalo annuale dell’azienda svedese.

Da quando è nata nel 1943, Ikea (acronimo della iniziali del nome e cognome del fondatore, IK, e dalle lettere E che sta per Elmtaryd, ovvero la cascina di famiglia dove è nato, e da A di Agunnaryd, il paese nel quale è cresciuto), l’azienda svedese è cambiata molto col tempo e oggi ben 12 diversi gruppi di aziende conducono e gestiscono i canali Ikea tramite franchising.

Per tutti la stessa mission: “creare una vita quotidiana migliore per la maggioranza delle persone”. Ma si avvicina sempre di più un cambiamento epocale.

LEGGI ANCHE >>> Cashback di Natale. Sì al rimborso di dicembre ma non per tutti

LEGGI ANCHE >>> Reddito di cittadinanza, calendario pagamenti dicembre: sorprese in vista

Il clamoroso cambiamento di Ikea dopo 70 anni: sparisce l’immancabile catalogo

Ed ecco la notizia clamorosa. Dopo 70 anni, l’1 gennaio 2021 il popolarissimo  catalogo dei prodotti Ikea chiude per sempre i battenti e “volta pagina”, come si legge in un comunicato. Sia nella sua versione cartacea, sia in quella digitale. Per informarsi, restano il sito e la nuova App.

“Cambiare pagina è stato di fatto un processo naturale da quando l’utilizzo dei media e i comportamenti dei clienti sono cambiati – ha dichiarato Konrad Grüss, Amministratore Delegato di Inter Ikea Systems B.V. – e per raggiungere e interagire con la maggioranza delle persone, continueremo a fornire ispirazione con le nostre soluzioni per l’arredamento della casa in modi nuovi”.

Il primo catalogo Ikea fu realizzato e curato di persona dal fondatore Ingvar Kamprad e in copertina raffigura la famosissima poltrona Mk con imbottitura in pelle, uno dei primi successi dell’azienda svedese.

Il volume aveva 68 pagine e veniva distribuito in 285 mila copie nel sud della Svezia nella sola madre lingua di Kamprad. Ma nel 2016, anno del suo massimo successo e splendore il catalogo Ikea viene stampato e diffuso in 200 milioni di copie in 69 diverse versioni e in 32 diverse lingue in oltre 50 mercati di vendita.