Dopo sole 5 giornate dalla partenza del Cashback compaiono i primi cittadini che hanno maturato il diritto di rimborso. Chi sono?

cashback natale
Photo by Clay Banks on Unsplash

Dai dati rilevati da Palazzo Chigi è emerso che dalla partenza del Cashback, sono già 15mila i partecipanti che hanno raggiunto la soglia minima delle 10 transazioni.

Queste, infatti, sono necessarie per ottenere il rimborso del 10% sugli acquisti effettuati entro il 31 dicembre 2020.

Il rimborso previsto dal Casback, al fine di garantire un ugual trattamento a tutti i cittadini, ha un massimale di 15 euro per la singola transazione.

In questo modo non si trae vantaggio da spese singole di oltre 150 euro o da spese superiori ai 1500 euro nel semestre.

Sopra ogni aspettativa gli iscritti al programma sono stati 4 milioni e, sono state oltre 1,6 milioni le transazioni contabilizzate dal sistema per un totale di rimborso accumulato pari a oltre 6,4 milioni di euro.

Gli strumenti di pagamento, ad oggi, attivati ai fini del programma sono: 4,4 milioni di carte di credito e quasi 2 milioni di carte PagoBANCOMAT caricati solo sull’app IO e circa 1,2 milioni dagli altri canali disponibili».

LEGGI ANCHE >>> Covid e consumi: quanto sono cambiate le nostre abitudini

Cashback: se il rimborso non arriva?

In tutti i casi di mancata erogazione del rimborso o di errato importo di rimborso erogato si potrà presentare reclamo a Consap S.p.A.

Il reclamo va presentato entro 120 giorni successivi all’ultimo giorno del mese nel quale è previsto il pagamento attraverso l’invio di un modulo specifico.

Consap deve dare un riscontro motivato entro 30 giorni dalla data di ricezione del reclamo, e in caso di accoglimento, disporrà quanto effettivamente dovuto.

Si rammenta che la verifica che le operazioni di pagamento siano stati registrati correttamente, che l’importo rimborsato sia giusto così come l’effettivo accredito è nell’onere del consumatore.

Sulla app Io si potrà verificare lo storico delle transazioni effettuate e i rimborsi maturati. Ci si può sempre avvalere dell’assistenza di Pago PA utilizzando l’apposita funzione di assistenza disponibile sull’app IO.