Il Reddito di cittadinanza nel mese di dicembre sarà pagato in giorni differenti in base ai vari casi. Vediamo insieme il calendario dei pagamenti completo 

reddito cittadinanza

Il mese di dicembre è solitamente quello meno lineare per quanto concerne i pagamenti del Reddito di Cittadinanza. Vista la particolarità con le festività natalizie di mezzo, la riscossione del sussidio statale potrebbe subire delle variazioni così come avvenuto 12 mesi fa.

In linea generale le notizie sono positive per i percettori, ma è bene distinguere i vari casi per comprendere chi potrà beneficiare del pagamento prima e chi invece dovrà pazientare qualche giorno in più. Nel dettaglio il calendario dei pagamenti del Reddito di Cittadinanza di dicembre 2020.

LEGGI ANCHE >>> Natale senza reddito di cittadinanza? Allarme dell’Alleanza contro la Povertà

LEGGI ANCHE >>> Finanziavano terrorista tunisino, l’altra faccia del Reddito di Cittadinanza

Reddito di Cittadinanza, quando avverranno i vari pagamenti

Della serie gli ultimi saranno i primi, coloro che hanno presentato la domanda per la prima volta nel mese di novembre, a partire dal 15 dicembre riceveranno l’apposita PostePay con su l’importo previsto a seconda della situazione familiare e reddituale.

La metà di dicembre è un periodo propizio anche per coloro che nel mese precedente si sono dovuti fermare obbligatoriamente per via della scadenza del beneficio ad ottobre.

Per chi non ne fosse a conoscenza, il Reddito di Cittadinanza può essere elargito per 18 mesi consecutivi. Al termine di questo periodo bisogna riformulare la domanda e osservare un mese di stop. Qualora si disponga ancora dei requisiti, si potrà ricevere il sostegno economico per lo stesso lasso di tempo della prima volta.

In tutti gli altri casi, ovvero di coloro che aspettano la classica ricarica mensile saranno meno fortunati. Solitamente il denaro viene accreditato il 27 di ogni mese. A dicembre però cade di domenica, motivo per cui il tutto slitterebbe a lunedì 28. 

Il problema però non è questo, ma riguarda la possibilità di poter accorciare i tempi per permettere ai beneficiari di avere una buona disponibilità per trascorrere al meglio le festività natalizie.

Dunque sulla scia di quanto successo lo scorso anno, non è da escludere che le ricariche possono essere fatte tra il 21 e il 23 dicembre. Al momento rimane solo una mera ipotesi, che i diretti interessati sperano si possa realmente concretizzare.