Il settore dei pubblici esercizi vale 90 miliardi di fatturato con oltre un milione di occupati eppure è stato il primo a chiudere causa Covid.

pubblici esercizi

Sono stati tra i primi destinatari dei provvedimenti restrittivi del Governo con chiusure totali o con orari parziali di apertura. Eppure sono un pezzo di Pil che vale 90 miliardi di euro di fatturato, che riguarda 320mila aziende e 1,3 milioni di occupati. I pubblici esercizi sono tra le categorie più colpite dal Covid ed il post pandemia sarà sempre più fuori dai loro locali e dai loro laboratori per entrare decisamente nel mondo della managerialità online.

Questo scenario emerge dai dati resi noti dall’Osservatorio Sigep ( il Salone Internazionale di Gelateria, Pasticceria, Panificazione Artigianali e Caffè di Italian Exhibition Group) che ospita le riflessioni di Roberto Calugi, direttore di FIPE Confcommercio. Per l’associazione che racchiude i titolari dei pubblici esercizi nel post pandemia “per recuperare professionalità occorre uscire dalle cucine e avere maggiore capacità manageriale, cucinare un pizzico di meno e occuparsi di più del bilancio e del rafforzamento patrimoniale delle aziende”.

Insomma, sì all’e-commerce ma con piattaforme private e proprietarie. E’ il caso di Eugenio Marrone, campione del mondo di gelateria con punto vendita a Roma, che spiega come si è attrezzato per contrastare le grandi piattaforme di delivery:”Ci siamo attrezzati con un nostro servizio di delivery. Il gelatiere deve innovare sempre”.

LEGGI ANCHE >>> La protesta: “Siamo stati abbandonati dallo Stato, urge la sospensione delle tasse”

LEGGI ANCHE >>> Scenario da incubo: “Se continua così fino a Natale…”, l’altra faccia del Black Friday

Pubblici esercizi, da Biasetto a Rinaldini: la pasticceria 2.0 post Covid

commercio pasticceria
Fonte: Pixabay

Due importanti esponenti del mondo della pasticceria italiana, Roberto Rinaldini e Luigi Biasetto, spiegano come stanno rimodulando la loro attività per far fronte al fisiologico calo di fatturato guardando al futuro:”Sarà un Natale complicato-spiega Rinaldini dell’Accademia dei Maestri Pasticcieri Italianima lo stiamo affrontando con una visione da imprenditori. Da luglio abbiamo un nuovo laboratorio, che gestisce tutti gli ordini online e una nuova rete Horeca”.

Luigi Biasetto, già campione della Coppa del mondo di pasticceria, ha potenziato il suo settore e-commerce. Con un click si potrà ordinare una delle sue famose torte con la certezza che arriverà entro 12 ore in tutta Italia. Per il futuro sono previsti anche video tutorial sull’uso di ingredienti salubri e il non uso di materiali non rispettosi dell’ambiente.