Pubblicato dall’Inps il Bando di concorso Contributi per handicap grave e grave malattia 2020: vediamo a quali soggetti è rivolto questo bonus disabili.

disabili bonus
Fonte: Pixabay

L’Inps ha pubblicato un Bando di concorso Contributi per soggetti con handicap grave e grave malattia. Il bando è rivolto ai dipendenti e pensionati del Gruppo Poste Italiane S.p.A. e dipendenti e pensionati ex IPOST sottoposti in servizio alla trattenuta mensile dello 0,40% di cui all’art. 3 della legge n. 208 del 27 marzo 1952; dei loro coniugi/uniti civilmente e figli, conviventi o domiciliati presso strutture di cura e assistenza specializzate.

La domanda può essere inviata dal 1° dicembre alle 23:59 del prossimo 31 dicembre. Questo contributo si eroga fino all’esaurimento del budget previsto che per la “malattia grave” è in 320mila euro mentre per “l’handicap grave” è a 180mila euro. In entrambi i casi, però, il contributo e rimborso, non compatibile col programma “Long term care- Ricoveri in strutture residenziali”, non potrà essere superiore a 10.000 euro.

La condizione di handicap grave del beneficiario è comprovata dal verbale attestante il riconoscimento delle condizioni così come previsto dalla legge 104/1992. Il verbale verrà acquisito direttamente dall’INPS attraverso la propria banca dati.

LEGGI ANCHE >>> Reddito di cittadinanza, calendario pagamenti dicembre: sorprese in vista

LEGGI ANCHE >>> Vaccino anti-covid, lo Stato può renderlo obbligatorio per tutti?

Contributo bonus disabili gravi Inps, le spese ammesse al rimborso

-spese sostenute per l’iscrizione e la frequenza di corsi di formazione professionale e per il supporto e il recupero scolastico, dietro presentazione di copia conforme all’originale delle relative ricevute fiscali o fatture;

-costi di soggiorni con finalità terapeutiche, dietro presentazione della relativa prescrizione medica in originale recante data non anteriore al 31 dicembre 2018 e di copia conforme all’originale delle relative ricevute fiscali o fatture;

-pagamento di rette corrisposte a istituti di ricovero e case di cura, dietro presentazione di copia conforme all’originale delle relative ricevute fiscali o fatture. Da tali spese verrà detratto l’importo eventualmente percepito dal beneficiario a titolo di indennità di accompagnamento con eccezione del soggiorno -solo diurno- presso Istituti di ricovero e Case di cura;

costi per attività di recupero e sostegno psicofisico, dietro presentazione della relativa prescrizione medica in originale recante data non anteriore al 31 dicembre 2018 e di copia conforme all’originale delle relative ricevute fiscali o fatture;

-spese sostenute per l’acquisto o il noleggio di ausili o dispositivi esclusivamente di tipo meccanico/elettronico, nel limite complessivo di € 1.000,00 dietro presentazione della relativa prescrizione medica in originale recante data non anteriore al 31 dicembre 2018 e di copia conforme all’originale delle relative ricevute fiscali o fatture.