L’associazione Panettone Sospeso ha organizzato una raccolta ed una donazione di panettoni a persone in stato di indigenza presenti nella città di Milano.

panettone costo
Fonte: Pixabay

Dopo il ‘caffè sospeso’ ecco il ‘panettone sospeso’. La solidarietà di Natale al tempo del Covid prevede che nella città di Milano fino al 22 dicembre in alcune pasticcerie aderenti all’iniziativa si potrà lasciare un panettone in sospeso da destinare a chi non può permetterselo e consentirgli di festeggiare il Natale con il dolce tradizionale delle festività.

L’iniziativa, giunta alla sua seconda edizione, è stata messa in campo dall’organizzazione non profit Associazione Panettone Sospeso con il patrocinio del Comune di Milano. Rispetto alla prima edizione dello scorso anno, oggi anche chi vive fuori Milano potrà partecipare all’iniziativa e lasciare una donazione, un contributo a distanza sul sito www.panettonesospeso.org e poi il denaro raccolto verrà trasformato in panettoni acquistati e donati ai più bisognosi.

Fino al 22 dicembre nelle quattordici pasticcerie associate chiunque potrà così acquistare un panettone e lasciarlo “già pagato” in attesa di essere donato a chi è meno fortunato. Per ogni panettone lasciato in sospeso, le pasticcerie di Milano aderenti ne aggiungeranno un altro, raddoppiando così la donazione effettiva.

LEGGI ANCHE >>> Altroconsumo, la Classifica dei migliori pandori 2020

LEGGI ANCHE >>> Spaventata, indecisa tra risentimento e speranza: ecco l’Italia vista dal Censis

Il Natale al tempo del Covid, ecco il ‘panettone sospeso’ per la solidarietà

Non sarà un Natale come gli altrispiegano Gloria Ceresa e Stefano Citterio, ideatori e fondatori dell’associazione Panettone sospesoed è per questo che proprio quest’anno la nostra iniziativa assume un significato ancora più potente. Purtroppo, la crisi legata all’emergenza sanitaria ha colpito duramente le fasce più deboli e le persone più fragili, ma noi siamo convinti che la proverbiale generosità dei milanesi sarà più forte della pandemia”.

Per il Natale 2020 tutti i panettoni raccolti verranno consegnati a “Casa Jannacci”, la Casa dell’Accoglienza in Viale Ortles che offre assistenza ai senza fissa dimora, e a “Milano Aiuta” la rete di solidarietà creata dal Comune di Milano per sostenere i cittadini e le famiglie in difficoltà a causa dell’emergenza da Covid-19.