Al via dall’8 dicembre, gli operatori si stanno attivando anche per chi non possiede un’identità digitale. E il ventaglio di soluzioni aumenta.

Yap o Nexi Pay, Satispay o Io. Nessuna filastrocca ma alcune delle App che consentiranno, a partire dall’8 dicembre, di accedere al cashback di Natale pensato dal governo per incentivare all’acquisto anche in periodo di pandemia. Una strategia che mira a rimborsare del 10% le spese sostenute (fino a un massimo di 150 euro) da qui alla fine dell’anno. Per poi passare alla versione “estesa”, che consentirà di rientrare di 300 nell’arco del 2021.

Incentivo alla spesa, sì, ma anche a rinuncia al cash. Niente contanti ma bancomat, carte di credito e anche app su smartphone. Tutto pensato per limitare i veicoli di contagio (a quanto pare il contante è stato considerato potenzialmente tale), stimolare i consumi e arginare, per quanto possibile, gli strascichi della nuova crisi economica.

LEGGI ANCHE >>> Cashback e Cashless, zero commissioni per i pagamenti bancomat fino a 5 euro

Cashback senza Spid? Si può ed è semplice: da Yap a Nexi, tutte le soluzioni

Da chiarire subito che, per aderire al cashback, non è necessario né lo Spid né l’app IO. Quasi tutti gli operatori, infatti, aderiranno (o hanno già aderito) al progetto. E, per chi accede ad esempio tramite Satispay o dai circuiti Nexi, non sarà necessaria la registrazione a IO. Certo, possedere un’identità elettronica, specie se già attivata (è possibile farlo attraverso numerosi provider, fra i quali Poste Italiane e, in caso, basterà cliccare il tasto ‘Attiva il cashback’), permetterebbe uno spettro maggiore. Ma per chi non ne ha una, il rischio di restare fuori dai sistemi di rimborso è praticamente pari a zero.

Anche Yap consente di aderire in breve tempo e direttamente dal proprio smartphone. Dall’8 dicembre infatti (data dalla quale il cashback potrà essere attivato in qualsiasi momento), sulla dashboard del sistema apparirà un pulsante dedicato. Necessaria, ovviamente, la registrazione. Anche i nuovi iscritti in periodi successivi all’8 dicembre avranno facoltà di accedere al sistema.

Se il sistema Nexi consente di accedere al cashback anche attraverso acquisti effettuati con Apple Pay, Google Pay e Samsung Pay, per Satispay resta il limite agli acquisti online. E il rimborso arriverà solo in caso di un minimo di 10 transazioni, previa attivazione del servizio sulla app, procedendo dapprima all’aggiornamento (richiesto) e poi alla messa in funzione del Cashback di Stato nella porta “Servizi di Satispay”. Facile, veloce e soprattutto alla portata di tutti.

LEGGI ANCHE >>> Cashback Natale in 4 operazioni: dallo Spid alla Cie, ciò che devi sapere