Un dicembre pieno di date e di scadenze per i pagamenti di specifiche prestazioni che sono attese da molti cittadini. Vediamole tutte nel dettaglio.

Il mese che è appena iniziato prevede un ingorgo di date per il calendario dei pagamenti di molte prestazioni economiche e sociali erogate dall’Inps. Prestazioni che coinvolgono le misure della Naspi, del Reddito di cittadinanza, del Reddito di emergenza così come per altri “bonus” aggiuntivi previsti in termini pensionistici.

Per quanto riguarda il Reddito di cittadinanza tradizionalmente il giorno in cui vengono predisposti gli accrediti da parte dell’Inps corrisponde quasi sempre al 27 del mese ma per dicembre c’è un anticipo della scadenza quindi tra il 21 ed il 24 del mese.

Per quanto concerne il Reddito di emergenza i pagamenti inerenti il mese di dicembre dovrebbero arrivare a ridosso di Natale. Non è da escludere che soprattutto i nuovi beneficiari possano riscuotere la prima rata già entro la metà del prossimo mese e la seconda entro metà gennaio 2021. Comunicazioni più precise in merito non sono giunte.

LEGGI ANCHE >>> Bonus Natale, dal cashback alle pensioni fino alle vacanze: cosa ottenere a dicembre

Calendario Inps dicembre, il pagamento di Naspi e indennità aggiuntiva pensione

L’Inps ha comunicato che per il mese di dicembre 2020 il pagamento della Naspi avverrà dopo l’Immacolata. Dunque, a partire da mercoledì 9 dicembre i beneficiari potranno iniziare a verificare sul proprio conto corrente l’accredito di quella che nell’accezione comune viene definita “la disoccupazione”.

Inoltre l’Inps a dicembre eroga, per determinate categorie di pensioni, un importo aggiuntivo a quella minima percepita negli undici mesi precedenti. Ma cos’è questo importo aggiuntivo? L’Inps, nella pagina dedicata all’erogazione del servizio, spiega che è una erogazione supplementare alla pensione introdotta dalla legge finanziaria del 2001 e che viene erogata da chi percepisce una o più prestazioni previdenziali con importo generale non superiore al trattamento minimo previsto e da chi ha anche un determinato livello di reddito.

Questo importo aggiuntivo delle pensioni al minimo spetta ai titolati di tutte le pensioni erogate dall’Inps ad esclusione di:

-Trattamenti assistenziali (pensioni e assegni sociali, prestazioni agli invalidi civili)
-Pensioni dei dipendenti degli enti creditizi
-Pensioni dei dirigenti d’azienda
-Trattamenti non aventi natura di pensione

L’importo aggiuntivo delle pensioni al minimo è pari a 154,94 euro e viene erogata d’ufficio a dicembre quando si verificano specifici casi.

LEGGI ANCHE >>> INPS, maxi assegno pensioni Dicembre 2020: la sorpresa del bonus