Cashback anche per le feste natalizie. Il Governo sta mettendo a punto gli ultimi dettagli per rimborsare una parte degli acquisti.

il pos è sempre più una risorsa

Il Governo vuole aiutare le famiglie italiane messe in ginocchio dal coronavirus, i lockdown e la conseguente crisi economica. E vuole che nessuno debba rinunciare ai doni natalizi per i bambini o le persone più vicine. Ed è per questo che sta mettendo a punto gli ultimi dettagli del Cashback natalizio. E’ meglio ricordare cosa sia il cashback che è stato inserito nella Legge di Bilancio 2020. E’ una tra le misure pensate per disincentivare l’uso del contante, e dunque per convincere gli italiani ad effettuare i pagamenti digitali. Nei progetti del Governo, il cashback sarà un rimborso dato dallo Stato ai cittadini per gli acquisti fatti con carta o dispositivi mobili.

Il progetto attende solo più il decreto attuativo del Mef e sarà operativo dal 1° dicembre.

Consisterà in un rimborso del 10% dell’importo su acquisti fatti con carta di credito o debito, bancomat, bonifici bancari e piattaforme di pagamento installate su smartphone, sarà accreditato direttamente sul conto corrente.

LEGGI ANCHE >>> Bonus bancomat: cashback, addio ai contanti nel 2021?

Cashback natalizio, un aiuto alle famiglie: come riceverlo

Per quanto riguarda Natale, il Governo sta pensando ad un rimborso fino a 150 euro per le spese effettuate a dicembre. Ogni cittadino potrà richiedere il cashback di Natale e ricevere un rimborso massimo di 150 euro entro la fine dell’anno.

Per richiedere il bonus occorre effettuare almeno 10 acquisti durante itutto il mese di dicembre. I cittadini che avranno inoltrato la richiesta e risulteranno idonei al rimborso riceveranno il denaro sul proprio conto corrente tramite bonifico. E se gli esercenti non hanno il Pos, vi conviene andare oltre e cercare solo chi si è attrezzato.

LEGGI ANCHE >>> Bonus Natale, dal cashback alle pensioni fino alle vacanze: cosa ottenere a dicembre