il bonus bancomat potrà essere richiesto dal 1 dicembre 2020 al fine di ridurre l’utilizzo del contante e contrastare l’evasione fiscale.

bonus Bancomat
Pixabay

Il Garante della Privacy ha approvato lo schema di decreto attuativo del MEF sul cashback, e dovrebbe partire il 1 dicembre 2020: è un incentivo per ridurre l’uso del contante e contrastare l’evasione fiscale.

In base a quanto contenuto nella bozza della Legge di Bilancio 2021, aggiornata al 13 novembre, i rimborsi cashback, compresi iquelli della lotteria degli scontrini, saranno esentasse.

I rimborsi arriveranno direttamente sul conto corrente di chi fa acquisti pagando non solo con carta o bancomat, ma anche attraverso app come Satispay, mentre rimangono esclusi gli acquisti online.

LEGGI ANCHE >>> Manovra 2021, pensione Ape Sociale con nuovi beneficiari: ecco chi sono

Bonus Bancomat, cosa prevede la bozza della Legge di Bilancio?

bonus bancomat
adobestock

Con il bonus bancomat è previsto un rimborso del 10% degli importi spesi con mezzi tracciabili fino a un tetto massimo di 3.000 euro annuali e sarà accreditato su base semestrale sul conto corrente di chi fa acquisti pagando con carta o bancomat.

E’ previsto un periodo sperimentale che partirà dal 1° al 31 dicembre 2020 e potranno accedere al rimborso esclusivamente gli aderenti che abbiano effettuato un numero minimo di 10 pagamenti elettronici e che abbiano scaricato la app IO.

Bonus bancomat: cos’è la app IO?

Per ottenere il bonus bancomat dovrà scaricare l’app IO della Pubblica Amministrazione.

Nella fase di registrazione si dovrà abbinare il proprio codice fiscale alle carte di credito, debito o applicazione di pagamento che si intende usare, indicare l’Iban su cui si vuole ricevere il rimborso.

Inoltre, è stato raggiunto l’accordo tra Governo e operatori del settore per azzerare le commissioni POS per i pagamenti fino a 5 euro.

Bonus bancomat: per quali spese è previsto il rimborso?

Gli acquisti online non sono inclusi tra le spese che danno diritto al rimborso.

Moneta elettronica non vuol dire solo bancomat e carta di credito: sono validi anche gli acquisti effettuati tramite App.

Per ricevere il rimborso è necessario il numero minimo di transazioni diventa 50, con riferimento ai seguenti periodi:

  • 1° gennaio 2021 – 30 giugno 2021;
  • 1° luglio 2021- 31 dicembre 2021;
  • 1° gennaio 2022 – 30 giugno 2022.

LEGGI ANCHE >>> Pensione di reversibilità: spetta al coniuge superstitie o all’ex? Parla la Cassazione