L’articolo 54 della bozza di Manovra 2021 conferma, con novità, per il prossimo anno la possibilità di ottenere un’indennità, la cosiddetta Ape Sociale, per coloro che hanno compiuto almeno 63 anni e non già titolari di pensioni.

Manovra Ape Sociale
Photo by Markus Spiske on Unsplash

Dal 2021 ci potranno essere nuovi soggetti beneficiari dell’Ape Sociale ovvero l’indennità, introdotta con la legge di bilancio 2017, erogata dall’Inps a determinati soggetti che posseggono specifici requisiti tra cui almeno 63 anni di età e non titolari già di una pensione diretta.

Pensioni 2021, Ape Sociale in Manovra: a chi spetta?

manovra ape sociale
Fonte: Pixabay

Questa indennità, conosciuta ai più come Ape Sociale, spetta a lavoratori che, come si legge sulla pagina del sito Inps dedicata a questa prestazione, sono iscritti “all’Assicurazione Generale Obbligatoria dei lavoratori dipendenti, alle forme sostitutive ed esclusive della medesima, alle gestioni speciali dei lavoratori autonomi, nonché alla Gestione Separata di cui all’articolo 2, comma 26, della legge 8 agosto 1995, n. 335”. Per l’elenco delle casistiche più specifiche dei casi di erogazione si rimanda alla pagina sul sito ufficiale dell’Inps dedicata a questa indennità.

LEGGI ANCHE >>> Manovra 2021, più soldi per il reddito di cittadinanza. Tutti i dettagli

Ape Sociale 2021, quando viene erogata e quanto spetta?

L’Ape Sociale, quando sussistono le condizioni, si corrisponde ogni mese per complessivi dodici mensilità annui e “fino all’età prevista per il conseguimento della pensione di vecchiaia, ovvero fino al conseguimento di un trattamento pensionistico diretto anticipato o conseguito anticipatamente rispetto all’età per la vecchiaia”.

Questa indennità sarà pari “all’importo della rata mensile di pensione calcolata al momento dell’accesso alla prestazione (se inferiore a 1.500 euro) o pari a 1.500 euro (se la pensione è pari o maggiore di detto importo)”.

Manovra 2021, proroga Ape Sociale: chi sono i nuovi beneficiari?

Come detto all’inizio dell’articolo nell’articolo 54 della bozza di Manovra 2021 è prevista la proroga anche per il prossimo anno dell’Ape Sociale con una dotazione finanziaria portata a 411,1 milioni di euro allargando anche la platea dei beneficiari. Potranno quindi ottenere l’indennità nel 2021 anche “coloro che non hanno beneficiato della prestazione di disoccupazione per carenza del requisito assicurativo e contributivo”, si legge nella bozza di Manovra 2021.

LEGGI ANCHE >>> Manovra 2021, il taglio ‘nascosto’ delle pensioni:”Una beffa”. Cosa accade