L’introduzione sempre più forte di restrizioni per fronteggiare l’emergenza Covid sta mettendo a dura prova la pazienza degli italiani. Ecco le novità per molte Regioni.

divieti
Pixabay

Il Veneto è ed è stata una delle regioni più colpite dal Covid-19 e, al fine di fronteggiare questa emergenza. il governatore ma anche i vari sindaci hanno introdotto misure ancora più restrittivi rispetto alle altre regioni.

A Cittadella, comune in provincia di Padova, il sindaco, Luca Pierobon, ha introdotto un nuovo divieto che ha fatto molto discutere: il divieto di fumare per strada.

Con questo divieto si vuole evitare che il fumatore di turno abbassi la mascherina per poter cedere al proprio vizio.

Il divieto di fumare vige nel centro storico della città, nelle aree monumentali, fermate dei mezzi, vicino alle scuole, in coda ai negozi e uffici pubblici e non è altro che l’estensione di una norma entrata in vigore a fine settembre, che che vietava di fumare nelle aree gioco dei bambini, all’interno dei parchi pubblici e dei giardini comunali, per cercare di tutelare la salute dei più piccoli

Coloro che violeranno detto decreto verrà applicata la sanzione fino a 150 euro.

LEGGI ANCHE >>> Proroga divieto lincenziamenti: sindacati e governo, chi ha avuto la meglio?

Emergenza Covid: tutti i nuovi divieti che scatteranno in molte città italiane

divieti covid
Pixabay

Il principio da cui scattano questi divieti è quello di evitare assembramenti.

Le città di Roma, Napoli, Bologna, Benevento, Torre Annunziata, hanno introdotto gli ingressi contigentati per entrare nel centro storico.

A Bologna niente manifestazioni ed eventi, lo stesso dicasi per quanto riguarda le esibizioni degli artisti di strada.

Perugia ha chiuso la scalinata della cattedrale di San Lorenzo.

A Genova chiuse nel week end le passeggaite sul l lungomare. 

L’attività motoria a Bolzano è consentita solo entro una distanza massima di un chilometro dalla propria casa e verrà controllata tramite una app del telefono.

A Rimini si può passeggiare o correre sul lungomare, ma senza fare soste.

A Catania invece niente stazionamento a Piazza Duomo e nel Borgo Marinaro, a Livorno ingresso vietato ai “moletti”.

LEGGI ANCHE >>> Roberto Speranza: quanto percepisce di stipendio il Ministro della Salute?