Roberto Speranza è uno dei ministri in prima linea nel fronteggiare questa crisi sanitaria ed economica causata dal covid. Ma quanto guadagna?

speranza
Fonte: www.governo.it

Quando si parla dei politici, quante volte abbiamo sentito la frase “che pagassero loro…con tutto quello che guadagnano”? Infinite.

Quando si parla di stipendi si è soliti a pensare a quello del parlamentare o a quello del senatore, ma quanto guadagna in media un Ministro?

Una cosa che forse non tutti sanno è: quando al potere è nominato un governo tecnico, moltissimi ministri ricoprono anche la carica di parlamentari o senatori. Fino al 2013, i ministri, in questi casi,  percepivano ul doppio dello stipendio in quanto titolari di una doppia carica ma grazie ad un provvedimento del Governo Letta, questo privilegio non esiste più.

Quindi chi è stato eletto al Parlamento ed ora si trova a capo di un ministero percepisce solo lo stipendio da senatore o da deputato. Mentre coloro che ricoprono la carica di Ministro senza, però, essersi presentati alle elezioni, percepiscono solo la retribuzione da ministro (sono i casi in cui sono stati nominati ministri professori, statisti ecc..).

Fino ad ottobre 2019, un ministro percepiva, in media, uno stipendio lordo mensile di circa di 9.203,54 euro. Successivamente, è stato approvato un taglio del 3,7%. Significa che la retribuzione di un ministro è di 8.863 euro lordi al mese da cui occorre decurtare le trattenute per la pensione ed il fondo di credito.

LEGGI ANCHE >>> “Ora è una discussione lunare!”, Speranza stoppa il Natale: cosa c’è da aspettarsi

Ministro Speranza: chi è, cosa fa e quanto guadagna

speranza
Pixabay

Speranza è nato a Potenza nel 1979, laureato in scienze politiche alla Luiss, diventa consigliere comunale per i Democratici di Sinistra alla sola età di 25 anni.

Diventa capogruppo del Partito Democratico alla Camera nel marzo del 2013, per poi abbandonare la carica nel 2015.

Speranza, abbandonato il Partito Democratico, nel Articolo 1 – Movimento Democratico e Progressista, il partito che raggruppa diverse figure politiche provenienti da Pd e Sinistra Italiana.

Nel 2018 viene eletto, con Liberi e Uguali, deputato nella circoscrizione Toscana.

Con la nascita del Conte Bis, Speranza, è  l’unico esponente del gruppo di sinistra, a ottenere una poltrona da ministro accasandosi al Ministero della Salute.

Speranza, essendo al suo secondo mandato parlamentare non riceve un doppio stipendio ma soltanto quello da deputato.

I deputati hanno diritto a un’indennità lorda di 11.703 euro. Al netto sono 5.346,54 euro mensili più una diaria di 3.503,11 e un rimborso per spese di mandato pari a 3.690 euro. Ad essi si aggiungono 1.200 euro annui di rimborsi telefonici e da 3.323,70 fino a 3.995,10 euro ogni tre mesi per i trasporti.

LEGGI ANCHE >>> Covid, la corsa dei vaccini non si ferma: nuovo annuncio a sorpresa