Quando si apre un conto corrente, oltre ai casi in cui è obbligatorio di legge, è per tenere i nostri soldi al sicuro. Ma quanto sono al sicuro i nostri soldi?

truffa contocorrente
adobestock

La prima domanda che ci si potrebbe porre è: perché dovrei pagare per avere due conti quando posso averne solo uno?

Il conto corrente è un costo che non frutta alcun rendimento al correntista, infatti, quasi tutte le banche non riconoscono più gli interessi attivi.

Il conto non deve essere considerato come una forma di investimento.

Il costo costo deriva dalle imposte. In particolare, l’imposta di bollo è pari a:

  • 34,20 euro per le persone fisiche;
  • 100,00 euro per i soggetti diversi dalle persone fisiche.

Ci sono poi i costi derivanti dalle commissioni bancarie che variano a seconda del tipo di contratto e di utilizzo del conto. Ferma la possibilità per i piccoli risparmiatori di usufruire dei cd. conti a zero spese, che consentono, però, un numero limitato di operazioni.

LEGGI ANCHE >>> Quando scattano i controlli sul conto corrente? A cosa prestare attenzione

Conto corrente: come tutelare i vostri risparmi in caso di fallimento della banca?

conto corrente errore
Fonte by Pixaby

Non tutti sanno che, il Fondo Bancario e l’Istutito di Cassa Deposito e Prestiti, garantiscono fino alla somma di 100.000 euro.

Ciò significa che, in caso di fallimento della banca, scatterà il cosiddetto bail- in, ovvero il “salvataggio interno” della banca, che salvaguarderà i conti correnti fino a 100.000 euro.

In caso di fallimento bancario, cosa accade se la somma detenuta sul conto corrente eccede i 100.000 euro?

La banca, con il bail-in, prende le cifre eccedenti dai conti con oltre 100.000 euro, e li utilizza per la ricapitalizzazione della banca stessa, cercando così di salvarsi.

La banca ricapitalizzerà per salvarsi ma voi avrete perso la vostra eccedenza.

Per evitare ciò la soluzione migliore è quella di aprire un altro conto corrente anche nella stessa banca o in un’altra di propria fiducia, in modo da distribuire il denaro eccedente.

LEGGI ANCHE >>> “Chi ha il denaro lo deve tirar fuori”: verso una nuova patrimoniale? Cosa si prospetta