Sia il programma cashback che il ramo dedicato alla cosiddetta lotteria dello scontrino prevedono una riduzione sempre più mercata dell’uso del contante per gli acquisti.

cashback e lotteria
Image by jacqueline macou from Pixabay

Nelle intenzioni dell’esecutivo c’è quello di arrivare sempre di più ad una graduale scomparsa del contante nel pagamento di beni e servizi. Vanno inquadrati in questa direzione l’avvio prossimo del programma cashback e della cosiddetta “lotteria dello scontrino”.

Il cashback è un rimborso, fissato al 10% del pagamento, che verrà erogato a favore di chi abbia effettuato almeno 50 acquisti attraverso pagamenti elettronici in un semestre fino ad un massimale di 1.500 euro. Questo opportunità prenderà il via il prossimo 1 dicembre.

La lotteria dello scontrino invece, si legge nelle FAQ pubblicate sul sito ufficiale dell’iniziativa,  “è una lotteria nazionale e gratuita che parte il 1 gennaio 2021 e che prevede estrazioni e premi settimanali, mensili  e annuali. A partire dal 1 gennaio 2021 i tuoi normali acquisti – in contanti o senza – produrranno gratuitamente “biglietti virtuali” che ti consentiranno di partecipare alle estrazioni “ordinarie” ed alle estrazioni “zerocontanti”: se ci sarà stato un pagamento con strumenti di pagamento elettronico si parteciperà ad entrambe”.

LEGGI ANCHE >>> Conti correnti, scattano i controlli dell’Agenzia dell’Entrate: chi rischia?

Cashback e lotteria scontrino, verso la scomparsa degli acquisti in contanti?

cashback e lotteria
Foto di flyerwerk da Pixabay

Che si spinga sempre di più verso una forte riduzione, se non proprio la scomparsa, delle transazioni quotidiane in contanti è forse intuibile anche nel regolamento dei premi della lotteria dello scontrino che effettua una distinzione marcata sull’entità delle premialità per chi acquista in contanti e chi in cashless.

Sulla guida pratica alla lotteria pubblicata sul sito ufficiale dell’iniziativa, si evidenzia infatti che per le estrazioni ordinarie (acquisti effettuati anche con contante) sono previsti questi premi:

• un premio da 1 milione di euro per il vincitore dell’estrazione annuale
• 3 premi da 30.000 euro ciascuno per i vincitori delle estrazioni mensili
• 7 premi da 5.000 euro ciascuno per i vincitori delle estrazioni settimanali (la
cui decorrenza verrà determinata).

L’estrazione “zero contanti”, invece, riservata a chi effettua gli acquisti con la moneta elettronica (per esempio, bancomat, carta di credito, carta di debito), prevede premi più elevati e ad essere premiato sarà anche l’esercente, si legge sempre sulla guida pratica.

In particolare, sono previste estrazioni mensili, annuali e – con decorrenza da determinare – anche settimanali, con i seguenti premi:
2 premi per l’estrazione annuale
• un premio da 5 milioni di euro per il consumatore
• un premio da 1 milione di euro per l’esercente.
20 premi per le estrazioni mensili
• 10 premi di 100.000 euro ciascuno ai consumatori
• 10 premi di 20.000 euro ciascuno agli esercenti.
30 premi per le estrazioni settimanali (decorrenza da stabilire)
• 15 premi di 25.000 euro ciascuno per i consumatori
• 15 premi di 5.000 euro ciascuno per gli esercenti.

Cashback, la recente senza del Consiglio di Stato

Infine, in un suo recente parere il Consiglio di Stato ha specificato che il regolamento sul programma cashbackdovrà allo stato trovare applicazione solo a mezzo dell’ “APP IO” in quanto il già citato parere favorevole del Garante per la protezione dei dati personali del 13 ottobre 2020 è stato formulato unicamente in relazione all’utilizzo dell’APP IO, e dell’insieme dei sistemi e delle componenti tecnologiche messe a disposizione da PagoPA, ai fini della realizzazione del Sistema Cashback”.

LEGGI ANCHE >>> Tenere i soldi sul conto corrente? Non è una bella mossa: ecco i motivi