Segnale assente sul digitale terrestre: la pratica soluzione a portata di… telecomando

Come risolvere il problema del segnale assente sul digitale terrestre? Non servirà essere grandi esperti, basterà individuare la causa e mettere in atto la giusta procedura. 

La rivoluzione del digitale terrestre continua a dare problematiche a tanti utenti che si ritrovano con la scritta segnale assente sulla schermata.

segnale assente digitale
Contocorrenteonline.it

Il 2023 è iniziato, il passaggio dal vecchio al nuovo standard di digitale terrestre dovrebbe essersi concluso totalmente. Ora tutti gli spettatori dovrebbero poter notare un miglioramento della qualità di visione dei programmi grazie all’HD – a meno che non abbiano optato per l’acquisto di un decoder TV. Eppure tanti utenti lamentano ancora disagi. E non ci riferiamo al fatto che occorre ancora procedere con la risintonizzazione dei canali nonostante le smart TV dovrebbero far scattare l’iter in automatico nel momento in cui vengono rilevati nuovi canali del digitale terrestre. I problemi maggiori sono legati alla scritta che appare cambiando canale sullo schermo, “Segnale assente”. La procedura di risintonizzazione è ormai nota a tutti i cittadini mentre tante persone non sanno cosa devono fare ritrovando quella fastidiosa dicitura.

Segnale assente sul digitale, cosa significa

La pazienza ha un limite. Per oltre un anno i telespettatori hanno aspettato che la situazione inerente al digitale terrestre migliorasse per poter vedere in tranquillità i canali preferiti. Si attendeva la fine del passaggio al Mpeg4 e l’arrivo del DVB T2 pensando che una volta concluso lo spegnimento delle frequenze ora dedicate al 5G si sarebbero risolti tutti i disagi.

Invece si prende il telecomando per cambiare canale e sulla schermata appare “Segnale assente”. Sarà un problema dell’antenna? Non funziona la televisione? Il digitale fa le bizze? Non esiste una sola causa che spieghi l’apparizione della scritta. Ce ne sono minimo tre da affrontare in maniera differente. Iniziamo con la possibilità che il problema sia legato all’apparecchio tv o al decoder non in grado di raccogliere la citata codifica Mpeg4. Questa è la nuova modalità di trasmissione di tutti i canali a partire dal 21 dicembre 2022. 

Per continuare a vedere film, serie tv, documentari e altro occorrerà cambiare il televisore sostituendolo con una smart TV di ultima generazione oppure abbinare alla vecchia TV un decoder compatibile. In quest’ultimo caso se la televisione non supporta l’HD, però, la visione non sarà di qualità.

Altre cause, altre soluzioni

Una seconda possibile causa è l’antenna o meglio la lunghezza dei cavi di connessione con l’antenna. Se troppo lunghi oppure se condividono la trasmissione con due o più apparecchi può capitare che il segnale del digitale terrestre si disperda e non arrivi abbastanza potente. Per risolvere questo inconveniente si potrà acquistare un amplificatore di segnale da interni (al prezzo di circa 25/30euro).

Se i due motivi descritti non sono la causa della scritta “segnale assente” allora l’unico modo per tornare a vedere il canale oscuro è procedere con una nuova risintonizzazione. Può essere stato effettuato, infatti, un aggiornamento della piattaforma che non permette il rilevamento della frequenza.