Buoni Fruttiferi, l’investimento che funziona: quantifichiamo il guadagno

I Buoni Fruttiferi Postali sono la soluzione di investimento perfetta per i piccoli risparmiatori. Quantifichiamo i rendimenti futuri.

Siete alla ricerca di un modo sicuro di investire che tuteli il capitale e lo faccia crescere nel tempo? Vi trovate nel posto giusto.

Buoni Fruttiferi guadagni
Contocorrenteonline.it

Il mondo della finanza può affascinare ma occorre sempre ricordare che si tratta di un luogo pieno di pericoli. Le oscillazioni frequenti e gli andamenti altalenanti possono disarmare e trarre in inganno chi è poco esperto dei mercati finanziari. Per quanto il trading possa sembrare un gioco semplice e accattivante non bisogna mai dimenticare che in ballo ci sono i propri risparmi. Le speculazioni lasciamole ai professionisti, i piccoli risparmiatori devono puntare su altri strumenti per tutelare il denaro dall’inflazione e vederlo crescere nel tempo. Fortunatamente esistono anche modi più sicuri di investire, ad esempio i Buoni Fruttiferi Postali. Garantiti dallo Stato, alla scadenza del contratto il titolare riceverà indietro il capitale versato più gli interessi accumulati negli anni. Si tratta di rendimenti fissi e crescenti, non elevati ma comunque strategici al fine del risparmio.

Buoni Fruttiferi, come conoscere il guadagno futuro

Meno rischi minor rendimento, questa è la prima legge del mondo della finanza. Dato che i Buoni Fruttiferi rappresentano un investimento a zero rischi, i rendimenti non saranno elevati soprattutto se si versa una somma minima. Rimangono, comunque, un modo per evitare che l’inflazione abbatta il potere d’acquisto dei soldi depositati su un conto corrente e non utilizzati.

Chi ha dei risparmi accumulati, dunque, può pensare di investirli nei Buoni Postali. Ne esistono di diverse tipologie con durata differente e rendimenti diversi. Qual è il prodotto che garantisce un guadagno migliore? Per scoprirlo basterà utilizzare il simulatore presente sul portale di Poste Italiane. Inserendo l’importo da sottoscrivere e la durata (breve-medio termine o medio-lungo termine) si scoprirà la soluzione più redditizia. Naturalmente risultano più remunerativi i prodotti a lungo termine. Facciamo qualche esempio.

I guadagni sottoscrivendo 5 mila euro

Oggi vogliamo stupirvi, perciò simuliamo i guadagni con 5 mila euro di investimento in Buoni Fruttiferi. Iniziamo dalle soluzione a breve-medio termine. Il sistema riporta il Buono 3×2 della durata di sei anni con valore di rimborso netto alla scadenza di 5.551,96 euro, il BFP 4 ANNI Risparmio semplice della durata di quattro anni con rimborso di 5.454,18 euro e il Buono Rinnova (sottoscrivibile solo a chi rinnova Buoni scaduti) con rimborso di 5.925,52 euro.

Tra le scelte, poi, il Buono Soluzione Eredità (per i beneficiari di un procedimento successorio) con valore alla scadenza di 5.549,10 euro e il Buono 3 anni PLUS con rimborso di 5.199,84 euro.

Passando al medio-lungo termine le cifre diventano più interessanti. Tre prodotti, il Buono 4×4, il Buono 3×4 e il Buono Ordinario. I valori di rimborso netti alla scadenza sono rispettivamente di 7.645,59 euro, 6.508,88 euro e 7.789,68 euro. Un guadagno considerevole, bisogna solamente avere la pazienza di aspettare 16, 12 e 20 anni.