WhatsApp, è tutta una questione di gruppo: starci o meno, come decidere

L’app di messaggistica istantanea più famosa al mondo, probabilmente. I dubbi degli utenti però aumentano di giorno in giorno.

Il trasporto dello stesso cittadino nei confronti dell’innovazione tecnologica, fattore, elemento che ormai indiscutibilmente viviamo praticamente ogni giorno, vive speso di particolari paradossi, quasi contraddizioni in merito all’utilità stessa dell’opzione specifica in questione. La stessa innovazione, per dire, pone determinate riflessioni in merito al modo stesso di agire di gestire il tutto. Un esempio concreto? Vediamo cosa succede con Whatsapp.

Whatsapp
Conto Corrente Online

Cosa succede nello specifico quando andiamo a confrontarci, oggi con con una app come Whatsapp. Succede, in sintesi che ci si rende conto di potersi interfacciare con chiunque, in qualsiasi momento da e per ogni parte del mondo. Inoltre, possiamo elencare una serie di modalità che rendono di fatto effettivo lo stesso “confronto”. Sms, messaggi audio, chiamate audio, videochiamate, condivisione di contenuti di ogni genere e molto altro ancora.

Oggi, poi, Whatsapp mette a disposizione degli utenti una serie di nuove funzioni capaci di allargare ancora di più quello che è di fatto il bacino di interazione tra i vari utenti. Pensiamo per esempio all’opzione sondaggio. La possibilità di sondare le volontà dei componenti di un gruppo o magari di una singola persona in merito a una specifica richiesta, domanda e quant’altro. Il tutto attraverso una rapida ed efficace operazione.

C’è poi, sempre di nuovissima fattura, la possibilità di inviare messaggi e contenuti a se stessi, al fine di creare una sorta di archivio di tutti gli elementi più interessanti da tenere in qualche modo sottomano. Queste innovazioni, quindi aumentano ancora di più quelle che sono le singole opportunità degli utenti, dei cittadini dunque di interazione non solo tra essi stessi ma anche con la specifica app. Ci sono alcuni aspetti però che restano molto complessi.

L’esempio citato in precedenza, il classico gruppo Whatsapp, in alcuni casi inizia definirsi come vera e propria spina nel fianco per gli utenti della stessa applicazione. Chiunque può inserire chiunque in un gruppo, questo si sa. In questo modo si può essere inseriti potenzialmente in decine e decine di gruppi con relativo tormento di notifiche lungo tutto l’arco della giornata. La soluzione al problema, però, potrebbe esserci. Il web, per lo meno, ne fornisce qualcuna.

WhatsApp, è tutta una questione di gruppo: come evitare di entrare in decine di situazioni scomode

Quello che manca, secondo molti è una opzione che ti consenta di scegliere di accettare o meno la richiesta di accesso a un gruppo Whatsapp. La verità è che questa riflessione è ormai superata perchè la stessa app fornisce in qualche modo la possibilità di scegliere o meno di aderire a eventuali gruppi. L’opzione è praticabile sia da dispositivi Android che da dispositivi Ios. Il tutto è molto semplice e richiede pochi secondi per quel che riguarda la specifica attivazione.

La stessa procedura, attuabile dalla stessa app è la seguente. Dal menu di Whatsapp accedere alle impostazioni, poi, privacy e infine gruppi. A questo punto si potrà scegliere chi tra i vostri contatti e non può aggiungervi a eventuali gruppi. Prima di ogni eventuale modifica l’opzione sarà fissa su “tutti”, ma può essere quindi cambiata scegliendo esclusivamente chiunque dei propri contatti o addirittura un gruppo specifico di essi.

A questo punto il limite a tutte le eventuali situazioni praticabili è posto. Ad aggiungervi a gruppi Whatsapp potranno essere soltanto le persone prestabilite, quelle scelte dall’utente stesso. Accesso limitato ai gruppi, quindi e la possibilità di vivere in maniera completamente diversa ogni giornata. Il motivo? La certezza di sapere di poter evitare decine e decine di notifiche provenienti dai vari eventuali gruppi. Il limite del social network, certo, l’interazione costante, frequente, eccessiva, certo, fastidiosa in alcuni casi. Con questa opzione le cose potrebbero cambiare del tutto, in modo quasi drastiche. Davvero un’ottima opportunità per milioni e milioni di utenti.