Meteo, allarme per il 20 gennaio: che cosa succederà

Stando alle previsioni meteo degli esperti il freddo sta per fare capolino nel Bel Paese. Ecco da quando le temperature scenderanno drasticamente

In arrivo anche una pesante ondata di maltempo e nevicate. Tutti i dettagli di una situazione che di certo non piacerà agli italiani.

Freddo
Conto Corrente Online

L’inizio di 2023 con temperatura al di sopra della media sarà presto un lontano ricordo. Infatti, è ormai prossimo l’arrivo del freddo tipico della stagione invernale con picchi mai visti in questi mesi.

Un trend che tiene un po’ in apprensione gli italiani non propriamente avvezzi al clima troppo rigido. Vediamo da quando bisogna prestare attenzione e coprirsi un po’ più del dovuto.

Freddo, maltempo e temperature in forte calo: quando avverrà il cambiamento

L’aria gelida in arrivo dall’Artico dovrebbe iniziare a dare i suoi effetti a partire da domenica 15 gennaio nell’area settentrionale della penisola. Quindi, verrà spazzata via la barriera creata dall’alta pressione che finora ha tenuto l’Italia al riparo dalle ondate di freddo. 

Quindi, sarà un primo vero assaggio d’inverno che dovrebbe far capolino ufficialmente da martedì 17 gennaio. Si parte dalle zone alpine per poi arrivare nel resto delle regioni d’Italia nel giro di pochi giorno. Lo sbalzo termico sarà importante con le temperature che scenderanno anche di 10 gradi rispetto alla media che caratterizzato questo primo scorcio d’inverno. 

Il freddo inoltre lascerà in dote importanti nevicate in diverse aree dell’Italia, anche a bassa quota in alcune città del nord tra cui Torino, Milano, Bergamo, Parma e Bologna. La neve sulla costa adriatica invece si farà attendere ancora qualche giorno.

Gli esperti affermano che dal 20 gennaio potrebbero esserci interessanti novità in tal senso. Chi è amante del genere potrà dire che finalmente l’inverno sta arrivando, mentre chi proprio il freddo non lo tollera dovrà bardarsi oltremodo per evitare di esporsi troppo e di andare incontro ai malanni di stagione.

Un altro aspetto con cui sarà necessario fare i conti è il riscaldamento domestico. Dovendone “abusare” un po’ di più per forza di cose aumenteranno anche i consumi. Una sana gestione è quanto mai consigliata visto che la stagione dei rincari è decisamente più lunga dell’inverno fino a questo momento non ha dato chissà che problemi.