Cerotti dimagranti, funzionano davvero? La risposta potrebbe sorprendere

I cerotti dimagranti vengono venduti come un metodo rapido per dimagrire. Scopriamo come funzionano e se i risultati arrivano oppure no.

Applicare dei cerotti per dimagrire, l’idea commerciale è questa ma la loro funzione è realmente efficace?

cerotti dimagranti
Contocorrenteonline.it

Riuscire a dimagrire è l’intento di tante persone che hanno dei chili di troppo. Dieta e attività fisica sono sicuramente le modalità consigliate per raggiungere l’obiettivo senza stressare il corpo con medicinali o cure estreme come un intervento. Non sempre però la buona volontà riesce a superare la pigrizia oppure la voglia di mangiare cibi non salutare. Si cercano, allora, altre soluzioni più rapide che prevedono meno rinunce. Parliamo, ad esempio, dei cerotti dimagranti. Tante aziende puntano sulla necessità delle persone di perdere peso senza sforzo e vendono prodotti di dubbia efficacia. I cerotti rientrano in questa categoria? Ricordano quelli usati per smettere di fumare. Chi vi riesce lo fa per una questione psicologica piuttosto che per meriti dei cerotti, è così anche per i prodotti dimagranti?

Cerotti dimagranti, che cosa sono

I cerotti per dimagrire sono composti da diversi ingredienti. Olio di semi di lino, lecitina, alga marina, Guaranà, 5-HTP, Yerba Mate, Zinco citrato, Zinco piruvato, L-Carnitina, Bacche di acai, estratto di tè verde, estratto di guarana, estratto di fagioli bianchi e Ephedra. Applicandoli sulla pelle nella zona interessata una volta al giorno dovrebbero consentire il dimagrimento facendo penetrare i nutrienti nella pelle lasciandoli liberi di svolgere l’effetto sistemico o localizzato.

I prodotti in vendita agiscono secondo tre differenti meccanismi. Per termogenesi con l’aumento del metabolismo basale cellulare localizzato e lo smaltimento dei grassi. Per effetto anoressizzante anche se blando (riduce l’appetito) e per riduzione dell’assorbimento dei carboidrati. Funzionano? Vengono venduti tra gli integratori alimentari e nel settore della cosmetica e si differenziano notevolmente dai farmaci. Poter dire che sono efficaci non è possibile perché nulla lo dimostra.

I dubbi sull’efficacia sono leciti

Premettendo che i cerotti dimagranti non hanno alcuno standard di efficacia da rispettare, le aziende di tanto in tanto svolgono degli studi per capire se funzionano o no. Si tratta, però, di ricerche di poco conto i cui risultati sono scientificamente irrilevanti. Il Ministero della Salute non ha l’onere di verificare se la promessa avanzata viene realizzata non trattandosi di farmaci ma, piuttosto, di prodotti di bellezza.

Non solo, oltre alla mancanza di standard di efficacia notiamo anche l’assenza di standard di sicurezza. I test che affrontano non sono sempre adeguati e i possibili effetti collaterali possono riservare amare sorprese al consumatore. Prima di tentare di perdere peso con i cerotti, dunque, è bene consultare il proprio medico o il farmacista che provvederà a controllare la lista degli ingredienti utilizzati per capire a cosa prestare attenzione. Il guaranà, ad esempio, aumenta la frequenza cardiaca. Meglio non assumerlo, dunque, se già si soffre di tachicardia o aritmie. l’Ephedra, invece, può causare problemi cardiovascolari e ictus. Insomma, meglio fare la dieta e attività fisica piuttosto che tentare la sorte con i cerotti dimagranti.