10eLotto, pioggia di soldi sul paese: c’è anche un milionario

Il gioco della tradizione, quello che da anni tiene incollati davanti alle estrazioni milioni e milioni di cittadini italiani.

Di questi tempi essere sordi ai richiami potenzialmente milionari del gioco è una cosa praticamente impossibile. Le incertezze, i disagi del nostro tempo non sono in grado         d’impermeabilizzare affatto, anzi, producono l’effetto contrario, il cittadino dal richiamo della vincita apparentemente facile. Il problema semmai è considerare cosa possa rappresentare realmente quella stessa ipotetica vincita. Mettiamoci nei panni dello stesso cittadino.

Vincita milionaria
Conto Corrente

In questa particolare fase storica ci rendiamo sempre più conto di quanto la speranza possa recitare una parte assolutamente di rilevo nel quotidiano dei cittadini. La precarietà, la drammaticità del momento impongono, in un certo senso una serie di naturali reazioni. Tra queste, sicuramente troviamo quella di adagiarsi, per cosi dire, sull’idea del sogno quasi impossibile da realizzare, in questo caso, la vincita milionaria. Improbabile, certo ma non irraggiungibile.

Gli argomenti a sostegno dell’eventuale “sbocco”, di certo non mancano. Il nostro paese, in quanto a giochi che possono potenzialmente arricchire di colpo il cittadino, è secondo a nessuno. Lotto, Superenalotto, Gratta e vinci e chi più ne ha più ne metta. A oggi la differenza sostanziale tra i tre concorsi è di certo la posta in palio, al di la delle differenze sostanziali tra i diversi giochi. Se per Lotto e Superenalotto parliamo di estrazioni, vere e proprie lotterie, in merito al Gratta e vinci il discorso è del tutto diverso.

Nel caso del Gratta e vinci, infatti, c’è la questione della vincita istantanea, che di certo non è di poco conto. La possibilità di diventare ricco nel giro di pochissimi minuti. Se ci si ferma a pensare quanto tempo passa tra quando si acquista un tagliando, lo si gratta e si conosce l’esito del tutto? Pochi secondi. Questa è la grande differenza. Parliamo poi del gioco quasi quotidiano, la sfida continua alla sorte, il tentativo occasionale a volte di rivoluzionare la propria vita.

In merito poi all’appetibilità dei premi eventualmente assegnati è giusto aprire un capitolo a parte rispetto al gioco del Superenalotto. In questo momento, il jackpot relativo è a circa 325 milioni di euro. Stiamo parlando di una somma di denaro che nel nostro paese, in merito a un gioco a premi, non si è mai vista. Qualcosa di unico, lontano chilometri da quella che resta al momento la vincita più alta riportata nel nostro paese nella storia.

In quell’occasione si vinse a Lodi. Una giocata da pochi euro, per la bellezza di 209 milioni di euro, almeno in teoria, attuale record di vincita. Era il 2019. L’ultima vittoria del jackpot, cronologicamente parlando invece è stata realizzata nel maggio del 2021 nel piccolo comune marchigiano di Montappone. In quel caso, al fortunato vincitore, circa 156 milioni di euro. Anche in questo caso, quindi, parliamo di vincita assolutamente superlativa.

Lotto, pioggia di soldi sul paese: succede a Milano ed è subito festa

In ordine di tempo, l’ultima grande vincita è stata riportata a Milano, grazie a una sensazionale giocata al 10eLotto. Un 10 da sogno, grazie a una “scommessa” di appena 4 euro. 1 milione di euro grazie alla combinazione vincente estratta: 19 34 35 37 46 55 58 60 77 86. Secondo quanto riferito da Agimeg si tratta della seconda vincita più alta dell’anno, eguagliando quella conquistata a Giugliano in Campania e Marsala. Vincita, seconda, quest anno soltanto ai 2,5 milioni di euro vinti lo scorso 7 luglio a Soveria Simeri.

Si vince, inoltre anche grazie al Lotto con una quaterna da 24.950 euro centrata a Teramo, per una giocata su tutte le ruote. Tanta fortuna, insomma, cosi come capitato lo scorso 24 novembre quando grazie al solo 10eLotto furono registrate ben cinque vincite. Due 9 da 20mila euro e un 4 doppio oro da 8mila euro. Doppia vittoria, inoltre, al Lotto in quell’occasione grazie a un ambo da 12.500 euro e a un terno da 11.250 euro. Si vince insomma e si vince anche piuttosto bene.