Controlla bene le banconote azzurre: una vale 2 mila euro

L’esemplare è di quelli che tecnicamente si definirebbe unico, davvero speciale insomma. L’euro è di fatto la sua famiglia.

Il mondo del collezionismo ormai da qualche anno vive una sorta di seconda vita, il tutto dettato dall’evoluzione tecnologica, certo, dall’avvento del web che ha letteralmente stravolto ogni logica in merito. Di colpo, l’intero contesto sembra essere di fatto cambiato, e nel pratico, nel concreto, insomma, lo è davvero. Oggi più che mai quello stesso contesto è letteralmente stravolto da una serie di logiche che contribuiscono in maniera assolutamente travolgente a mettere in fila sempre nuovi appassionati.

Banconote collezione
Adobe

Gli ultimi anni hanno regalato al contesto collezionistico, nello specifico parliamo di quello riguardante esemplari banconote, milioni e milioni di nuovi appassionati. Il tutto nasce chiaramente dalla percezione che si può avere del singolo oggetto, da come lo si vede, come lo si concepisce. La modalità di visione oltre alla semplice carta moneta. I collezionisti nutrono in effetti di queste piccole imperdibili emozioni e sensazioni.

Ad oggi le pagine web che trattano l’argomento di fatto non ci scontano. Piattaforme dedicate esclusivamente alla dinamica in questione. La possibilità concreta per gli appassionati, per i collezionisti insomma di vecchia data o di recente infatuazione, per intenderci, di confrontarsi tra loro, di interfacciarsi in tutta sicurezza. Scambiare pareri, opinioni e perchè no acquistare e vendere gli esemplari delle proprie collezioni.

La possibilità, inoltre di partecipare ad aste on line o in presenza organizzate spesso dalle stesse piattaforme web. Una vera e propria rivoluzione insomma. Al centro di tutto i singoli esemplari, con valutazioni che possono variare di anno in anno in base a specifiche valutazioni dettate dalla ricerca di particolari elementi. Nel caso specifico andremo a prendere in esame esemplari della moneta unica comunitaria, l’euro. Una moneta giovane, chiaramente ancora in circolazione, ma già ricca di imperdibili chicche per tutti gli appassionati del pianeta.

Anno di stampa, relativa tiratura, appartenenza o meno a specifiche serie a tiratura limitata, dettagli e protagonisti delle varie stampe. Ancora il particolare contesto che ha dato di fatto origine alla produzione della stessa banconota. In ultimo eventuali errori di stampa, difetti di fabbrica, in un certo senso. Tutti elementi capaci di far schizzare alle stelle la valutazione di partenza di una comune banconota. Questa è forse la grande magia.

Esemplari ai quali spesso non si da alcuna considerazione che invece nascondono potenziali enormi, capaci di sovvertire qualsiasi concreta logica. Oggi più che mai questo tipo di dinamiche sono all’ordine del giorno, in un contesto, quello collezionistico, capace di mostrarsi sempre più affascinante ed intrigante, nonché prestigioso. In ogni parte del mondo insomma, un appassionato sogna il colpo della vita, questo è il motore di tutto.

Banconote: l’esemplare speciale che fa impazzire i collezionisti di tutto il mondo

20 euro specimen
Web

Altro aspetto molto interessante, in termini di eventuale valutazione è rappresentato dalla tipologia di numero seriale presente su ogni banconota. Per dire, 5 cifre uguali, consecutive possono rappresentare una particolarità non da poco. 6 cifre realisticamente parlando, una vera e propria rarità. 7 cifre estremamente raro, 8 cifre pezzo assolutamente unico. 9 e 10 cifre facciamo riferimento ad esemplari capaci di far letteralmente impazzire i collezionisti.

Esiste poi un altro speciale dettaglio. Una banconota per l’appunto fuori dal comune che si caratterizza per la scritta “SPECIMEN” generalmente in obbliquo lungo la stessa superfice dell’esemplare. Parliamo, in questo caso, di banconote destinate in via del tutto eccezionale a capi di stato e rappresentanti di organi istituzionali in segno di riconosciuto prestigio, per intenderci. Le valutazioni di tali banconote variano, nel caso dell’euro in base al taglio dello stesso esemplare:5 e 10 Euro valgono tra i 750 e i 1500euro . 20 e 50 euro valgono tra i 1200 e i 2000 euro. Infine, quelle da 100, 200 e 500 euro valgono tra i 1500 e i 2500€ ciascuna.

Vere e proprie gemme preziose insomma, esemplari anche molto rari che possono arricchire incredibilmente le collezioni di qualsiasi appassionato. Meraviglie in filigrana, capaci di attirare dietro di se le attenzioni di milioni e milioni di collezionisti in ogni parte del mondo.

Impostazioni privacy